Tipologie di tombe egizie
Tipologie di tombe egizie
Cultura

Tipologie di tombe egizie

tombe

Sono tante le tipologie di tombe presenti nell'antico Egitto. Scopri le principali.

Le tombe nell’antico Egitto ebbero una evoluzione piuttosto importante nel corso di più di 3.000 anni. Tutto questo grazie all’avvento di strumenti più efficienti e alla scoperta di nuove strategie architettoniche. Le tombe non erano però tutte uguali. Avevano infatti forma e struttura diversa in base allo status della persona nella gerarchia sociale.

Tipologia di tombe egizie

Gli antichi egizi erano assolutamente convinti che esistesse una vita dopo la morte. Per questo motivo si adoperarono con forza per creare un complesso culto funerario che garantisse una vita dopo la morte. Per permettere di poter vivere nell’Aldilà, gli Egizi erano convinti fosse necessario preservare il corpo del defunto attraverso una pratica particolare: la mummificazione. Questa richiedeva una lunga ed elaborata serie di rituali funebri.

Fosse tombali

Semplici buche nel suolo erano usate per le sepolture degli egiziani delle classi più basse. Esse erano solitamente posizionate attorno alle tombe dei re o dei membri della casa reale.

Poiché esse erano coperte con la sabbia, i cadaveri si essiccavano a causa del sole caldo, che li preservava per lungo tempo; questo fornì l’idea della mummificazione artificiale. In seguito, le semplici tombe vennero migliorate con mura di mattoni, tetti e l’aggiunta di piccole camere, contenenti beni come gioielli, pentolame e vasi con cibo per la vita nell’aldilà.

La mastaba

Mastaba significa “gradone” ed erano le prime strutture tombali per i nobili costruite sul suolo. Questo tipo di tombe consisteva in una camera sotterranea e in una cappella rettangolare. Era costruita sul terreno, usata per le offerte e i doni che la famiglia portava per venerare il defunto. Esse erano costruite con mattoni di fango ed erano decorate con scene di vita quotidiana. La camera sotterranea, per le sepolture dell’èlite, conteneva una bara in legno con il defunto posto in posizione rannicchiata e del cibo. La bara era circondata da vari oggetti come mobilio e strumenti.

Tombe scavate nella roccia

Le tombe scavate nella roccia sono poste nella Valle dei Re, una valle desertica nella parte occidentale di Tebe.

L’unico modo per raggiungere le 62 tombe di faraoni era uno stretto sentiero, così che il luogo era considerato più sicuro e più difficile da raggiungere da parte dei ladri di tombe. Le tombe si diramavano oltre il sentiero principale in varie camere sepolcrali scavate una vicina all’altra. Le loro mura erano decorate e ogni sarcofago di re e regine era circondato da tesori e oggetti di grande valore.

Piramidi

La prima piramide risale al 2700 a.C. circa, durante il periodo dell’Antico Regno. Le forme più antiche, le piramidi a gradoni, erano costruite per custodire il defunto di stirpe reale, i beni, i tesori, il mobilio e vi erano passaggi segreti e camere; erano presenti anche imprevedibili trappole per i potenziali ladri. Queste piramidi a gradoni furono di ispirazione per le vere piramidi, le più famose delle quali sono le piramidi di Giza, di cui i nitidi profili e le levigate superfici sono ancora oggi visibili.

La piramide di Khufu è alta 449 piedi ed è la costruzione più ampia mai costruita in un unico blocco. Insieme con le più piccole piramidi di Giza, essa rappresenta la sola delle sette meraviglie del mondo antico ancora in piedi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

LG 43UJ750V 43'' 4K Ultra HD Smart TV Wi-Fi Nero LED TV
599 €
699 € -14 %
Compra ora
DeLonghi Edg250.B Jovia+caps S - Nescaffè Dolce Gusto Nero
49.99 €
89.99 € -44 %
Compra ora
Kobo Aura 2nd Edition
119 €
Compra ora
Electrolux MO317GXE Forno incasso microonde L59,2 cm Inox
204.99 €
546.56 € -62 %
Compra ora