> > Tironi (Lombardia): 'In regione numeri in crescita per Sla e Alzheimer&#...

Tironi (Lombardia): 'In regione numeri in crescita per Sla e Alzheimer'

featured 1654719

Carpenedolo (Bs), 3 ott. (Adnkronos Salute) - "Purtroppo i numeri in Lombardia riguardanti Sla e Alzheimer continuano ad aumentare. Assistiamo ad un incremento sempre più alto e questo ci impone di dare delle risposte concrete non solo ai pazienti, ma anche al nucleo familiare che condiv...

Carpenedolo (Bs), 3 ott.

(Adnkronos Salute) – "Purtroppo i numeri in Lombardia riguardanti Sla e Alzheimer continuano ad aumentare. Assistiamo ad un incremento sempre più alto e questo ci impone di dare delle risposte concrete non solo ai pazienti, ma anche al nucleo familiare che condivide la malattia del paziente. Villaggio Insieme è un esempio unico che abbiamo nel nostro territorio, da cui sicuramente partiremo e a cui garantiremo il nostro supporto per una continuità nell'assistenza.

Un'assistenza che sia sempre più competente, professionale e innovativa, per garantire una qualità di vita sempre più alta ai nostri pazienti". Così Simona Tironi, vicepresidente della Commissione Sanità e Politiche sociali di Regione Lombardia, a margine della conferenza che si è tenuta presso la struttura assistenziale Fondazione S. Maria del Castello per presentare il progetto Villaggio Insieme ormai prossimo all'inaugurazione e pronto ad accogliere persone affette da Sla e Alzheimer.

Un'opera realizzata anche grazie alla generosa donazione della carpenedolese Gioconda Bozzola.

Dopo avere vissuto 14 anni al fianco del marito affetto da Sla, la sua è una scelta di dono per far costruire uno spazio dedicato all'assistenza dei pazienti che combattono la malattia insieme alle loro famiglie, perché nessuno debba più affrontare il senso di solitudine che lei ha vissuto negli anni accanto al marito.

"Un gesto generoso che ci fa da apripista – conclude Tironi – a cui si aggiunge la forte volontà del sindaco di Carpenedolo che ha creduto in questo progetto e di Regione Lombardia che deve assolutamente garantire la continuità di questi livelli assistenziali".