×

Tiziano Renzi, processo per fatture false rinviato per sospetto contagio Covid

La corte d'appello di Firenze ha rinviato al dicembre 2021 il processo contro Tiziano Renzi per una sospetta infezione da Covid di quest'ultimo.

tiziano renzi

A causa di una sospetta infezione da Covid, la corte d’appello di Firenze ha rinviato al prossimo 16 dicembre del 2021 il processo per fatture false contro Tiziano Renzi e Laura Bovoli, genitori dell’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi.

L’avvocato difensore Federico Bagattini ha infatti presentato alla corte un certificato medico attestante le condizioni di salute del padre dell’ex premier, che avrebbe contratto il coronavirus e sarebbe dunque impossibilitatà a presenziare al processo. Al momento Tiziano Renzi starebbe aspettando l’esito del tampone molecolare, che dovrebbe giungere nel pomeriggio del’11 giugno.

Tiziano Renzi, processo per fatture false rinviato per sospetto contagio Covid

Stando a quanto riportato dagli organi di stampa, la vicenda nella quale è coinvolto Tiziano Renzi riguarda due fatture da 20.000 e 140.000 euro che sono state emesse nel 2015 da due società appartenenti ai coniugi, la Party e la Eventi 6, per consulenze e progetti di marketing per un outlet a Reggello, in provincia di Firenze.

Consulenze e progetti che secondo l’accusa non furono però mai effettuati, mentre le somme risultano pagate da Tramor spa, società dell’outlet riconducibile all’imprenditore Luigi Dagostino fino al 2015. Nel processo di primo grado il tribunale di Firenze aveva condannato Tiziano Renzi e Laura Bovoli a 1 anno e 9 mesi, mentre Dagostino era stato condannato a 2 anni.

Processo a Tiziano Renzi, il padre dell’ex premier in attesa dell’esito del tampone

Nel frattempo corte di appello ha dichiarato che non ci sarebbero al momento rischi di prescrizione dei reati anche se dovesse essere accertata la positività al Covid di Tiziano Renzi, comportanto dunque un possibile allungamento delle tempostiche del processo. Proprio per questo motivo è stato concesso uno slittamento di sei mesi a seguito del certificato medico presentato dall’avvocato Bagattini.

Al momento Tiziano Renzi è in attesa dell’esito del tampone nella sua abitazione di Rignano sull’Arno assieme alla moglie Laura Bovoli, anch’essa in quarantena domiciliare.

Processo a Tiziano Renzi, l’inchiesta parallela

Quello per fatture false non è però l’unico processo nel quale è implicato Tiziano Renzi. Lo 10 marzo scorso, sempre a Firenze, i coniugi Renzi erano stati rinviati a giudizio nell’ambito di un’inchiesta speculare a questa, relativa al fallimento della cooperativa di servizi di volantinaggio ‘Marmodiv’, e a quelli delle coop ‘Delivery Service Italia‘ e ‘Europe Service‘. Per le indagini delle Fiamme gialle, coordinate dal procuratore aggiunto Luca Turco, i coniugi Renzi avrebbero usato le cooperative di cui sarebbero stati amministratori di fatto, per aumentare il volume di affari della società di famiglia Eventi 6.

Contents.media
Ultima ora