×

Topo morto nella lattina di bevanda energetica

Condividi su Facebook

Un uomo, in Arkansas, ha trovato un topo morto nella lattina della bibita che stava bevendo.

Un topo morto in una lattina di una nota bevanda energetica. È questa la brutta sorpresa capitata a un uomo statunitense che, in Arkansas, si era fermato in una stazione di servizio per ristorarsi.

Un topo morto in una lattina

Non deve essere stato affatto facile per lui, dopo aver deciso di riposarsi e dissetarsi nella stazione di servizio nella quale aveva deciso di fermarsi, assistere alla scena che gli si è presentata.

L’uomo, così come ha raccontato su Facebook postando sulla sua pagina anche un video e alcune foto a conferma di ciò che gli è accaduto, ha preso una lattina di Red Bull, ovvero una bevanda energetica pensata per un uso specifico in momenti di stress e affaticamento, prodotta dalla compagnia austriaca Red Bull GmbH di Salisburgo, e al suo interno ha trovato il topo morto.

Ovviamente la pessima sopresa è stata tutt’altro che gradita, e Josh Henley, questo il nome del malcapitato, si è reso conto di non aver comprato solo la bevanda, di cui è accanito consumatore, ma di aver ricevuto in questo caso una specie di bonus.

Ovviamente sgradito.

La denuncia su Facebook

Josh Henley, ancora scosso, ha deciso di raccontare la sua insolita, e tutt’altro che gustosa, vicenda sul social network, riprendendo la lattina intera, e poi tagliata per poter così mostrare che sul fondo c’era il roditore, che nella foto sembra pacificamente addormentato.

L’uomo, suo malgrado, aveva già finito la bibita, e ha fatto la triste scoperta solo il giorno dopo, quando doveva buttare la lattina e si è reso conto che c’era qualcosa di insolito, che sembrava pesante, e allora la decisione di tagliarla, facendo così la terribile scoperta.

Ha deciso, quindi, di riprendere tutto come già detto, per evitare di non essere creduto. Il giornale che ha raccolto la sua testimonianza, il The Sun Online, ha chiesto un commento all’azienda che produce la bibita, per adesso non ancora pervenuto.

topo morto

Diversi casi in tutto il mondo

Purtroppo, pur comprendendo il profondo disagio e il grande disgusto provato dal malcapitato, involontario protagonista di questa disavventura, non si tratta certo di un caso isolato. In altre occasioni, e non sono state poche, è accaduto che i consumatori si trovassero dinanzi a scene simili.

Troppo spesso, infatti, e non sempre si tratta solamente di scarse misure igieniche di fabbriche e/o luoghi di inscatolamento, può capitare che qualche animale riesca ad intrufolarsi, attratto dal cibo o dal tepore del luogo, e di rimanere poi bloccato o intrappolato.

Il problema è ovviamente quando capita in un sacchetto di cibo, in una bottiglia, in una scatola o in una lattina. In questo caso, infatti, contamina il cibo e le bevande con le quali viene a contatto, rischiando di compromettere la salute di chi se ne ciba o le beve inavvertitamente.

Topo in una bottiglia

Solo qualche anno fa, ad esempio, in Texas un ragazzino, e vale come caso simile a quello qui raccontato, ha suo malgrado trovato un topo che galleggiava, privo di vita, nella bottiglia della bibita che suo nonno gli aveva comprato per dissetarsi.

Topo nella confezione del pollo fritto

Altro caso, questa volta in California, dove un uomo ha comprato del pollo fritto e, invece della carne che si aspettava di gustare, si è reso conto che qualcosa non andava e guardando meglio la confezione, si è reso conto di aver dato un morso a un topolino, fritto per intero, con tutta la coda.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche