×

Torino: bordello alla “eyes wide shut”, arrestato proprietario locale

Un’associazione insospettabile, dal nome apparentemente serio di «Torino accademia», frequentata da professionisti e benestanti, in un palazzo pieno di uffici e aziende. Così si presentava una casa d’appuntamenti a Torino intorno alla quale aveva preso piede un vasto giro di prostituzione. Ironicamente lo statuto associativo prevedeva anche l’impegno contro la prostituzione. Le ragazze, una ventina in tutto, erano reclutate a Riga, in Lettonia e provenivano quasi tutte dall’Europa dell’est. Lavoravano in un locale raffinato, a un prezzo tra i 100 e i 300 euro a prestazione, per un giro d’affari che nel 2009 ha portato un incasso di oltre 330mila euro.

A capo di tutto era un italiano, Vito Spinelli, 53 anni, che reclutava personalmente le donne insieme alla sua compagna Mihaela Ene, romena, 29 anni.

A tradirlo è stata la scarsa prudenza: pubblicizzava l’attività su quotidiani e giornali di annunci economici come un centro massaggi specializzato in «coccolaterapia». Un’espressione abbastanza esplicita, che non è sfuggita a Confartigianato, che ha presentato un esposto.

Leggi anche