×

Torino, genitori portano la figlia lesbica dall’esorcista per “curarla”

Scoprono che la figlia è lesbica e la portano da un esorcista. Erano convinti che il parrocco potesse guarirla dall'omosessualità.

Ragazzina vittima di maltrattamenti

Una facoltosa famiglia torinese ha deciso di portare la figlia lesbica da un esorcista. Il motivo? Erano convinti che il parrocco potesse farla “guarire” dall’omosessualità. In seguito a questa vicenda è scattata anche un’indagine.

Portano la figlia lescbica da un esorcista per farla “guarire”

Una volta che i genitori si sono recati dal prete con la figlia non hanno ottenuto ciò che si aspettavano. Il parroco ha infatti detto che l’omosessualità non è legata a qualcosa di maligno e dunque l’esorcismo non è applicabile. L’unica cosa che avrebbe potuto fare il prete sarebbe stata quella di dare un conforto religioso se la ragazzina lo avesse chiesto.

L’indagine

Trattandosi di una ragazzina di 16 anni e dunque minorenne, la pubblica ministera Barbara Badellino ha indagato sul caso.

La ragazzina si è spesso confrontata con i suoi professori a proposito della sua omosessualità e questi, dopo i racconti della 16enne, hanno deciso di aiutarla. La giovane è stata allontanata dalla propria famiglia e messa in una comunità. La vicenda si è risolta nel giro di pochi mesi, tanto da far archiviare le accuse di maltrattamenti.

Contents.media
Ultima ora