×

Torino-Livorno: le probabili formazioni

default featured image 3 1200x900 768x576

Bianchi

Per scacciare fantasmi o presunti tali, il Toro non si è certo scelto l’avversario più agevole.

Dopo tre pareggi consecutivi, i cui effetti in classifica sono stati comunque anestetizzati dall’andamento altalenante delle inseguitrici, Ventura non può più rimandare l’appuntamento con la vittoria: perché anche se l’atmosfera attorno alla squadra rimane ottima ed entusiasmante, la spia più evidente che qualcosa non va è il fatto che per tutta la settimana che va a concludersi si sia parlato di mercato, delle mosse che Cairo dovrà fare per perfezionare un organico che perfetto non è e che tantomeno è in grado di “ammazzare il campionato”, come dichiarato da Ventura nel dopo-Crotone.

Così la partita contro il Livorno si annuncia delicata: i tre punti servono ad entrambe le squadre, ma mai fidarsi di Novellino.

L’ex giocatore ed allenatore del Toro è imbattuto contro i granata dai tempi del secondo esonero (22 marzo 2009 dopo l’1-3 contro la Sampdoria) che non bastò però ad evitare la retrocessione. Appena due le partite, ma significative visto che nello scorso campionato i labronici hanno maltrattato il Torino tanto all’andata al Picchi che al ritorno all’Olimpico: il 12 marzo scorso era la partita di debutto di Beppe Papadopulo sulla panchina granata ma Dionisi acuì la crisi del Torino, che una settimana dopo richiamò Lerda.

Periodi e crisi lontane, anche perché se quella era una sfida playoff (alla fine rimasero fuori entrambe), il Livorno di oggi è alquanto dimesso: appena due vittorie nelle ultime nove partite e lo scivolone contro l’Ascoli che brucia ancora.

La squadra non sembra all’altezza dei playoff ma un colpo di coda è sempre possibile, approfittando magari delle difficoltà realizzative del Torino, che ha accolto comunque favorevolmente lo sconto per Bianchi (ridotte a due le giornate di stop, tornerà a Padova), ed approfittando anche dell’ennesimo cambiamento tattico meditato da Novellino, pronto a tornare al 4-1-4-1 se non addirittura a passare al 3-5-2 per soffocare la vena creativa dell’ex Iori. Bloccato lui, i rifornimenti per i quattro attaccanti sarebbero annullati: Novellino l’ha capito. E prepara un altro scherzetto. Probabili formazioni. Torino: F. Coppola; Dan. D’Ambrosio, Di Cesare, Ogbonna, Parisi; Stevanovic, Basha, Iori, Antenucci; Ebagua, Sgrigna. Livorno: Bardi; Perticone, Bernardini, Knezevic, Lambrughi; Genevier; Schiattarella, Filkor, Luci, Dionisi; Paulinho.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora