Torino, Mattia Moro, giovane quindicenne si schianta con la moto
Torino, quindicenne si schianta con la moto
Cronaca

Torino, quindicenne si schianta con la moto

torino
Non ce l'ha fatta il giovane di quindici anni, Mattia Moro, che con la sua moto si è schiantato contro un muretto di cemento

Non ce l'ha fatta il giovane di quindici anni, Mattia Moro, che con la sua moto si è schiantato contro un muretto di cemento

Mattia Moro, questo il nome del ragazzo di quindici anni che è morto nel torinese dopo essersi schiantato con la sua moto contro un muretto di cemento. Il ragazzo è arrivato in ospedale in arresto cardiaco, lo schianto è stato quindi fatale.

Torino, quindicenne si schianta con la moto

Non ce l’ha fatta il giovane di quindici anni, Mattia Moro, che con la sua moto si è schiantato contro un muretto di cemento. Il quindicenne viaggiava a moto della sua cross Honda quando per cause ancora da accertare ha perso il controllo della moto e si è andato a schiantare contro un muro di cemento. Il giovane non è morto sul colpo, ha però subito un forte trauma cranico che ha reso inutile il trasporto d’urgenza in ospedale del giovane, arrivato in ospedale in arresto cardiaco.

Il sinistro è avvenuto Ciriè, in provincia di Torino. Mattia er ain compagnia dei suoi amici, ognuno sulla propria moto. Ancora da accertare le cause che hanno portato il mezzo di trasporto fuori strada, nel frattempo i carabinieri hanno aperto un’inchiesta a riguardo.

Ragazza muore sotto a un treno a Torino

Sempre sangue a Torino, dove una giovane studentessa è morta schiacciata sotto ad un treno.

La giovane stava raggiungendo il liceo Vercelli, dove frequentava il secondo liceo musicale. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, si ipotizzava che lo zaino della giovane si fosse impigliato alle porte del treno, facendo scivolare inevitabilemente la giovane sotto le rotaie.

Dopo aver visionato i filmati della sicurezza, però, gli inquirenti escludono che si sia trattato di un aggancio dello zaino alla porta del treno. Da escludere anche che sia stata spintonata da altri passeggeri, non essendo la banchina colma di gente e di passeggeri. Possibile invece che la ragazza sia semplicemente sentita male e sia quindi scivolata al di sotto del treno. Escludendo il suicidio, i suoi compagni hanno descritto la ragazza come una giovane slare e divertente, in corsa per realizzare il suo sogno di cantante lirica. Alcuni testimoni hanno rilasciato una dichiarazione dopo l’incidente: “Stavamo aspettando il treno, abbiamo sentito il fischio del locomotore e subito dopo Beatrice non c’era più, sparita sotto la banchina”

L’autista del mezzo avendo visto la giovane scivolare di sotto, ha tentato di frenarea, ma il mezzo ha proseguido per alcuni metri, uccidendo la giovane ragazza. La giovane era stata accompagnata dalla mamma in stazione, la donna è stata poi raggiunta telefonicamente dalle forze dell’ordine e con l’aiuto di una psicologa le è stato riferito della morte della figlia.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche