×

Torino: Sindone, ostensione 2010 è finita

Parla il cardinale Poletto:

«Siamo giunti alla conclusione di questa solenne ostensione della Sindone, la prima del terzo millennio. Abbiamo voluto organizzare questo evento per dare la possibilità a quanti sarebbero venuti a venerarla di sperimentare il dono che si riceve quando si entra in sintonia di fede e preghiera con le sofferenze di Cristo». Queste le prime parole dell’Arcivescovo di Torino, durante la solenne concelebrazione di questo pomeriggio in Duomo cui hanno preso parte diversi Vescovi del Piemonte e molti preti torinesi insieme con le autorità civili e militari e il presidente del Comitato organizzatore prof. Fiorenzo Alfieri. All’inizio della Messa è stato letto il messaggio inviato da Benedetto XVI all’Arcivescovo. In esso il papa ringrazia per la “squisita accoglienza e l’impegno organizzativo profuso, per i numerosi attestati di stima e di affetto ricevuti dalle diverse realtà ecclesiali e civili”.

«Questo è quanto si è realizzato nelle sei settimane dell’Ostensione – ha commentato il cardinale – e l’Eucaristia che stiamo celebrando vuole essere il nostro rendimento di grazie per aver avuto il privilegio di vedere le meraviglie che il Signore ha compiuto con la sua azione salvifica nel cuore delle persone». Un’esperienza spirituale, questa ostensione 2010 che, a detta del cardinale, ha segnato anche la sua persona: « Ho visto ancora una volta, con grande commozione, l’immagine del Crocifisso della Sindone e ho fissato il mio sguardo d’amore sui segni impressionanti dell’umana sofferenza affrontata da Gesù; ho anche visto scolpita sul volto dei numerosi pellegrini l’immagine di tutta l’umanità, un’umanità in cammino alla ricerca di un Volto, per riuscire a ritrovare la forza di andare avanti con fiducia».

L’Arcivescovo ha concluso la sua omelia con un invito a «non disperdere il dono ricevuto, a custodire nel cuore quanto si è visto e ricevuto soprattutto come arricchimento della nostra fede».

Leggi anche