×

Torino: un tram chiamato teatro

default featured image 3 1200x900 768x576

DisegnoTramTeatro 300x73Anche un tram può diventare un luogo di spettacolo, come a Torino, dove il 19 e 21 settembre il “Tram-teatro” ospiterà la commedia “Tutte le donne del re“.

La corte sabauda riprende vita grazie allo spettacolo portato in scena dalla compagnia Assemblea Teatro. “Tutte le donne del re” mostra uno spaccato dell’aristocrazia torinese ai tempi della nascita del Regno d’Italia.
Il re Vittorio Emanuele II non compare mai sulla scena, ma di lui (e dei suoi amori) parlano le nobildonne sedute al caffè, tra le quali ci sono anche la moglie Maria Adelaide e le varie amanti.

L’attenzione delle donne è rivolta particolarmente alla Bela Rosìn, Rosa Vercellana, che nel 1869 diventerà la moglie morganatica di Vittorio Emanuele.
Uno spaccato dei salotti aristocratici torinesi, dove il pettegolezzo si cullava sulle vicende amorose del re.

Lo spettacolo, scritto da Fabio Arrivas e Renzo Sicco e per la regia di Lino Spadaro, è inserito negli eventi di “Esperienza Italia” e sarà in scena, gratuitamente, il 19 settembre alle 21 ai Giardini Reali, e il 21 settembre alle 21 presso la Grande Madre di Dio di Torino.

Contents.media
Ultima ora