Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Torino, uomo morto annegato in un sottopasso allagato
Cronaca

Torino, uomo morto annegato in un sottopasso allagato

vigili fuoco
allagato sottopasso

Un uomo è morto annegato in provincia di Torino per l'allagamento di un sottopasso che stava percorrendo in macchina.

A Torino un uomo è morto annegato a causa dell’allagamento di un sottopasso collocato tra i comuni di Feletto e Rivarolo. La notte di martedì 3 luglio 2018 stava tornando a casa dal lavoro quando è rimasto bloccato con la propria auto per un forte temporale e l’inondazione che ne è conseguita. La zona era già nota alla Polizia per gli allagamenti che si verificavano molto di frequente.

Il caso

Guido Zabena, un operaio di 51 anni residente a Favria, è morto annegato nel sottopassaggio della ferrovia Canavesana tra i paesi di Feletto e Rivarolo, entrambi in provincia di Torino. L’uomo stava tornando a casa dopo una giornata di lavoro con la propria macchina, una Fiat Punto, quando è rimasto bloccato. All’improvviso si è scatenato un violento temporale che ha provocato il rapidissimo allagamento del sottopasso. Sembrerebbe che l’operaio non si fosse accorto dell’effettiva altezza dell’acqua prima di imboccare l’entrata del sottopassaggio.

Zabena non ha neanche avuto il tempo e la possibilità di uscire dal proprio veicolo. E’ infatti rimasto bloccato nel punto più basso della strada senza poter tornare indietro o aprire le portiere. L’auto ha così iniziato ad imbarcare sempre più acqua.

I soccorsi

La tragedia si è verificata intorno alle due di notte. L’uomo era riuscito a chiamare i soccorsi ma, una volta giunti sul posto, il loro intervento è stato inutile. Vigili del Fuoco e 118 hanno raggiunto l’abitacolo ma l’uomo al suo interno era già deceduto. Un giornale locale, il Quotidiano del Canavese, sostiene che tre passanti abbiano cercato di raggiungere l’auto a nuoto nel tentativo di portare in salvo l’uomo ma non ci sono riusciti. La salma di Zabena è stata portata all’ospedale di Cuorgnè dove rimane a disposizione della procura di Ivrea. I Carabinieri stanno ancora indagando per cercare di capire la precisa dinamica degli eventi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche