Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Torna il freddo in Italia: neve prevista anche in pianura
Cronaca

Torna il freddo in Italia: neve prevista anche in pianura

Furgone della Protezione civile nella neve

Il meteo dice che torna il freddo e non mancherà nemmeno la neve in Italia, anziché arrivare la primavera. Vediamo la situazione nei prossimi giorni.

Primavera in arrivo? In realtà torna il freddo in Italia e torna anche la neve. A Nordest arriverà in collina ma pure in pianura: vediamo dove.

Dove nevicherà?

Il meteo prevede che la neve scenderà a Bologna, ma un po’ anche a Mantova e pianura veneta, soprattutto sull’alta costa veneziana: a Jesolo, Mestre, Caorle, Venezia, Padova e Treviso, talvolta con una bora forte (oltre 50/60 km/h). Nevicherà anche sul litorale friulano e un po’ anche a Trieste e Udine.

Neve a Bologna

Ha già nevicato a Reggio Emilia e Parma, dove poi ha piovuto nel pomeriggio. Per ora non si registrano in pianura importanti accumuli di neve.

Situazione meteo a Nordovest

Brutto tempo anche a Nordovest, ma non molta pioggia: ci sarà soprattutto tra Alpi Marittime e Ponente Ligure. Situazione simile al Centrosud.

Situazione meteo al Centrosud

Neve a Roma

Vi saranno precipitazioni e neve anche nel resto d’Italia, dove nei giorni scorsi ha già nevicato. Pioverà nel Lazio, Roma inclusa Roma – dalla quale di recente sono arrivate anche via social molte suggestive immagini con la neve -, in Toscana, Umbria e Marche.

In Toscana nevicherà in collina, al confine con l’Emilia. Intense piogge si registreranno anche all’estremo Sud della Penisola.

La neve diminuirà in quota fino ai 500-700 metri tra Toscana, Umbria e Marche, e ancor più su Montefeltro e nella zona di Urbino. Nella notte una perturbazione da Ovest arriverà in Sardegna.

Situazione della settimana

Questa situazione di freddo e neve si avrà per tutta la settimana, fino al 25 marzo. Ciò si deve sempre a Burian in arrivo dalla Siberia, anche se esso ha interessato l’Italia meno che altri Paesi d’Europa.

Tuttavia si tratta in generale di una situazione non insolita alla fine o all’inizio della primavera: sono gli ultimi colpi di coda dell’inverno – che comunque, come abbiamo visto, favoriscono maggiormente la presenza di piogge piuttosto che di neve -. A primavera già iniziata, tra il 21 e il 23 marzo, si registreranno picchi di freddo anche al Centrosud.

Si avranno quindi ripercussioni negative anche per la vegetazione.

Nel fine settimana il clima dovrebbe mitigarsi, ma si registrerà ancora una forte instabilità meteorologica, con l’arrivo di nuove perturbazioni atlantiche. Insomma per “vedere” sul serio la primavera – della quale in questi giorni abbiamo comunque cominciato ad assaporare alcuni, illusori scampoli con delle splendide giornate di sole, i primi fiori e persino le prime farfalle – dovremo pazientare ancora un po’ – magari temendo il caldo estivo che ha fatto nel nostro Paese in questi ultimi anni – e ovviamente dovremo pazientare un po’ anche per fare il classico “cambio di stagione” in termini di abbigliamento.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche