Tradito da un passeur il bodyguard - Notizie.it
Tradito da un passeur il bodyguard
Genova

Tradito da un passeur il bodyguard

nullVenduto da un “passeur” che lo doveva fare entrare in Libia da Bengarden in Tunisia, insieme ai suoi compagni di missione, Antonio Cataldo, 27 anni, di Chiusano di San Domenico (Avellino), e Vittorio Carella, 42 anni, di Peschiera Borromeo (Milano). Il destino di Luca Boero, 42 anni, genovese, ex caporal maggiore della Cavalleria (31esima cavalleria Altamura, con cui negli anni Novanta era stato impiegato in missioni in Kosovo e Bosnia), un passato anche da investigatore privato, ha rischiato di spezzarsi il 23 luglio quando tentando di passare il confine tra la Libia e la Tunisia, lui che non aveva un visto regolare per entrare in Libia e lavorare per la sicurezza di qualche ricca famiglia locale, è finito nelle mani della polizia del Rais e poi nella prigione incubo. Sospettato di essere una spia, è stato picchiato e torturato.
«L’unica cosa che possiamo dire -, ha spiegato Boero che dall’altra sera ha trovato rifugio nell’Hotel Corinthia di Tripoli – è che siamo stati presi in Tunisia, dove avevamo un incontro vicino a Bengarden, e poi consegnati alle forze regolari del vecchio governo di Gheddafi.

Le notizie che stanno circolando in queste ore rischiano di metterci in pericolo e non sono state divulgate correttamente – ha aggiunto alla madre Anna – sto bene, tornerò presto».
Dovrebbe rientrare nelle prossime ore, forse già oggi, con una nave che passerà da Malta. I genitori erano stati avvisati tre giorni fa dalla Farnesina dell’emergenza in atto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche