×

Tragedia Chieti: chi era la moglie di Fausto Filippone

Condividi su Facebook

La tragedia di Chieti ha sconvolto anche gli alunni di Marina Angrilli, moglie di Fausto Filippone, che insegnava in un liceo di Pescara.

La tragedia di Chieti ha sconvolto tutta Italia ma in particolare gli alunni di Marina Angrilli, la moglie di Fausto Filippone che nella giornata di domenica si è tolto la vita gettandosi da un viadotto sull’A14, lanciando anche la figlia di 10 anni.

Poco prima l’omicidio-suicidio la donna è stata soccorsa perché precipitata dal secondo piano di una casa di Chieti di proprietà della coppia. Si sospetta che Filippone possa aver ucciso anche lei.

Chi era la moglie di Fausto Filippone

“Era un periodo buono, era allegra e di buonumore e scherzava con i suoi alunni. Era comunque una persona molto riservata, ha sempre parlato poco della propria vita privata. Quelle poche parole che diceva era sempre dedicate alla figlia” racconta ai microfoni della tv abruzzese Rete8 il preside del liceo scientifico Leonardo da Vinci di Pescara, dove Marina Angrilli insegnava.

La 52enne moglie di Fausto Filippone, difatti, era una professoressa di latino e italiano stimata quanto temuta dai suoi studenti. “Imparavano ad apprezzarne il rigore” raccontano i colleghi di Marina Angrilli dopo la tragedia di Chieti. Stando a quanto riportano alcuni media in passato la donna aveva difatti anche discusso con il preside per questo motivo, il quale chiedeva all’insegnante di smussare alcuni lati del suo carattere affinché si dimostrasse più rilassata.

La moglie di Fausto Filippone infatti viene descritta come una persona molto precisa ed esigente, soprattutto con i suoi alunni al quale chiedeva massima serietà nello studio. E che ora la piangono e rimpiangono. Marina Angrilli viene ricordata infatti anche come una persona molto sensibile. “Una volta ha sentito piangere un cane da un palazzo di fronte e si è subito preoccupata” svela infatti un vicino di casa.

Fausto Filippone accusa Marina Angrilli

Fausto Filippone e Marina Angrilli non sembravano in crisi. In queste ore però un’ombra cala sul rapporto sentimentale della coppia. Prima di suicidarsi e dopo aver lanciato la figlia Ludovica di 10 anni dal viadotto, Fausto Filippone parla per 7 lunghe ore con i mediatori della polizia. Nel corso di questi interminabili colloqui, l’uomo si lascia sfuggire una frase che potrebbe indirizzare gli inquirenti a capire cosa è scattato nella testa dell’ex manager.

“Devo chiedere perdono a mia moglie ma anche mia moglie ha molte cose da farsi perdonare” avrebbe detto Fausto Filippone alle forze dell’ordine. Cosa intedesse dire il 49enne non è ancora chiaro. Come non è chiaro quali nomi aveva scritto nella lista che ha gettato dal viadotto, ora al vaglio degli inquirenti. Si ipotizza che l’origine del trauma di Filippone sia da datare a circa 15 mesi fa, poco dopo la morte della madre.

Il fratello di Marina: no falsità

Dopo che i media hanno dato risalto alla frase detta da Fausto Filippone sulla moglie, interviene il fratello di Marina Angrilli. “Girano notizie ingiustificate sulla serietà di mia sorella: oltre ad essere vittima di questa tragedia, adesso che venga infangata la trasparenza di una persona come lei, aggiunge dolore su dolore. Mia sorella era una persona regolarmente sposata con Fausto Filippone, però sembra che debbano passare delle notizie che riguardano eventuali relazioni di mia sorella”, denuncia.

“È intollerabile. Purtroppo non è altro che il segnale della società profondamente disagiata che abbiamo: si deve andare a speculare in un momento di così tragico dolore gli aspetti della vita inesistenti” conclude il fratello di Marina Angrilli come riporta Il Messaggero.

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.