Trapani: si chiude in casa, spara all’impazzata e si suicida
Cronaca

Trapani: si chiude in casa, spara all’impazzata e si suicida

Messina
Messina

Tragedia nella notte del 30 maggio. Dopo essersi barricato in casa, ha sparato dalla finestra, per poi suicidarsi

Si è conclusa tragicamente la notte di follia di un pensionato, Girolamo Salerno, 74 anni. Dopo una lite con la moglie, si è barricato nella sua villa e ha cominciato a sparare all’impazzata dalla finestra. L’uomo, dopo una estenuante trattativa con le forze dell’ordine, si è ucciso con un colpo di fucile in faccia nella notte di mercoledì 30 maggio 2018. La tragedia si è consumata nella sua villa in contrada Marmora, a Castellammare del Golfo, in provincia di Trapani.

Il folle gesto di Girolamo Salerno

Si è suicidato Girolamo Salerno, il pensionato di 74 anni, che nella tarda sera del 29 maggio si è barricato in casa a Castellammare del Golfo, nella provincia trapanese. Il tragico epilogo si è verificato dopo circa tre ore di trattative, durante le quali gli investigatori dell’Arma hanno cercato di convincerlo a uscire dalla villetta in contrada Marmora, poco distante dalla zona di Fraginesi.

A dare l’allarme intorno alle 22 era stata la compagna dell’uomo.

Entrando in casa aveva notato a terra delle tracce di sangue. Così, aveva trovato l’anziano disteso sul letto. Terrorizzata e in preda al panico, è corsa fuori dalla loro villa e ha chiamato i soccorsi. Sul posto sono immediatamente giunti i carabinieri, gli artificieri dell’Arma, i vigili del fuoco e personale del 118.

Al loro arrivo i militari hanno trovato la porta di casa sbarrata. L’anziano, rinchiusosi in casa, aveva con sé un fucile regolarmente detenuto. Inutili i tentativi di far desistere il pensionato. Così, a notte inoltrata, il tragico epilogo. Fuori dall’abitazione, i testimoni hanno sentito sei colpi d’arma da fuoco. Immediato il blitz all’interno della villa con il robot degli artificieri. Poi la macabra scoperta: l’anziano era riverso a terra senza vita. “L’uomo ha rivolto il fucile contro il suo volto e ha sparato”, hanno fatto sapere gli investigatori.

Trapani

La causa del suicidio

Si è conclusa nel peggiore dei modi la notte di follia del pensionato Girolamo Salerno. Come in preda a un raptus di rabbia, si è barricato in casa e ha sparato all’impazzata dalla finestra. Poi ha deciso di farla finita, compiendo il gesto estremo del suicidio. Dopo una estenuante trattativa con le forze dell’ordine, si è ucciso con un colpo di fucile in faccia. Il 74enne avrebbe da tempo sofferto di depressione. Sul posto per i rilievi i carabinieri del nucleo investigativo di Trapani.

Era stata la moglie della vittima a dare l’allarme. La donna si era allontanata dalla sua abitazione in seguito a una violenta litigata con il marito. Negli ultimi tempi, così ha raccontato la compagnia, il pensionato era caduto in depressione e soffriva di problemi psichici. Salerno ha cominciato a dare in escandescenze e a sparare diversi colpi d’arma da fuoco verso i carabinieri che avevano tentato di avvicinarsi alla villa.

La zona è stata immediatamente presidiata dalle forze dell’ordine che hanno fatto allontanare i residenti ed hanno cercato, senza successo, di costringere il pensionato a desistere. Ma l’uomo ha deciso di suicidarsi. A spingerlo al folle gesto potrebbero essere state le sue fragili condizioni mentali.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.