Tregua Italia-Francia, Macron si scusa: oggi incontra Conte
Tregua Italia-Francia, Macron si scusa: oggi incontra Conte
Cronaca

Tregua Italia-Francia, Macron si scusa: oggi incontra Conte

Macron
Macron

Una telefonata tra Conte e Macron pone fine alle ostilità diplomatiche. Oggi l'incontro tra i due Premier

Conte-Macron: “Caso chiuso”. Il Presidente francese ha parlato di una “forma di cinismo e di irresponsabilità” da parte dell’Italia nel caso della nave Aquarius. E’ questo ciò che è stato riferito dal portavoce del governo, Benjamin Griveaux, al termine del consiglio dei ministri a Parigi. Il portavoce del partito di maggioranza francese En Marche attacca: “La posizione del governo italiano sui migranti è vomitevole”. Subito la replica dei due Vicepremier italiani. “Proprio loro parlano”, ha commentato Luigi Di Maio. “Sull’immigrazione vomitevole è la posizione della Francia di Macron, non quella del ministro Salvini. Pensino al loro Governo e si sciacquino la bocca prima di parlare dell’Italia”, ha replicato il capogruppo della Lega al Parlamento Europeo . “Loro fanno quotidianamente respingimenti alla frontiera”, ha aggiunto stizzito il leader leghista Matteo Salvini. Di Maio era tornato a chiedere le scuse di Parigi: “Non indietreggiamo”, aveva precisato. Così è arrivata la risposta di Macron: “Non ho mai voluto offendere”, ha dichiarato.

Si affievolisce la tensione sull’asse Roma-Parigi: dopo la telefonata di scuse da parte del Presidente francese, si terrà l’incontro con il Premier italiano Giuseppe Conte. Il colloquio è previsto per la giornata di venerdì 15 giugno.

Incontro tra Conte e Macron

Tregua tra Italia e Francia dopo le tensioni dei giorni scorsi sul dossier migranti.

Lunga e cordiale telefonata nella notte tra giovedì e venerdì 15 giugno tra il presidente francese Emmanuel Macron e Giuseppe Conte. Il neopremier italiano ha confermato la sua presenza a Parigi. Macron pare che nel corso del colloquio telefonico abbia voluto sottolineare “di non aver mai fatto alcuna dichiarazione con l’obiettivo di offendere l’Italia e il popolo italiano”. “Il Presidente francese e il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte hanno confermato l’impegno della Francia e dell’Italia a prestare i soccorsi. Così da rimanere quadro delle regole di protezione umanitaria delle persone in pericolo”. E’ questo quanto si apprende in una nota fornita dall’Eliseo.

“Ho sempre difeso la necessità di una maggiore solidarietà europea con il popolo italiano“, ha dichiarato il Presidente francese. Lo si legge in un’altra nota fornita dall’Eliseo. “L’Italia e la Francia devono approfondire la loro cooperazione bilaterale ed europea. Così sarà possibile condurre una politica migratoria efficace con i Paesi d’origine e di transito. Si effettuerà una migliore gestione europea delle frontiere. Verrà realizzato un meccanismo europeo di solidarietà e di assistenza dei rifugiati”, ha spiegato Macron.

Macron

Le parole di Luigi Di Maio

Il vicepremier Luigi Di Maio era tornato a chiedere le scuse di Parigi. “Finché non arriveranno le scuse dal Presidente francese Macron noi non indietreggiamo“, aveva detto ai microfoni di Rtl. “Questo deve essere chiaro per questa vicenda e per il futuro”, ha tenuto a precisare. “E’ finita l’epoca in cui si pensava che l’Italia la puoi sempre abbindolare”, ha sottolineato.

“Tocca alla Francia vedere di riportare a toni più urbani le sue dichiarazioni sulla questione migranti”, ha invece commentato il ministro degli Esteri Enzo Moavero. “Per quanto riguarda invece le questioni di fondo dobbiamo discuterne nelle sedi europee”, ha aggiunto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Asia Angaroni 744 Articoli
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.