×

Trentenne trovata morta a Gallo di Petriano, ipotesi suicidio

Trentenne trovata morta a Gallo di Petriano, ipotesi suicidio. La comunità è sconvolta da una notizia che nessuno si sarebbe mai aspettato di ricevere

Inutili i soccorsi per la 30enne

Un’insegnate trentenne è stata trovata morta a Gallo di Petriano, in provincia di Pesaro-Urbino nelle Marche. L’ipotesi più accreditata è quella del suicidio con cui la 30enne avrebbe messo fine alla sua vita, sconvolgendo l’intera comunità e la sua famiglia. E gettando nell’orrore più profondo sua madre, dato che secondo i media locali sarebbe stata proprio la genitrice a ritrovare il corpo senza vita della figlia, nel pomeriggio del 23 luglio, dopo essere rientrata a casa.

La 30enne, che lavorava in un asilo nido in località Gradara, era conosciutissima in paese e sono in molti ad interrogarsi sulle cause di quel suo gesto estremo. 

Trentenne trovata morta dalla madre: un suicidio che non trova un perché

Gesto che, secondo molti organi di informazione dell’area pesarese, non lascerebbe adito a dubbio alcuno: la 30enne, secondo triste clichet della cronaca, si è tolta la vita, quello che non si sa è il perché.

Un altro dato certo è l’inutilità dei soccorsi, tempestivi in quanto a reazione ma non abbastanza per scongiurare la terribile tragedia che si è consumata in paese. Sul luogo del dramma sono giunti anche i Vigili del Fuoco ed alcune pattuglie dei Carabinieri della territoriale provenienti dal comando stazione di Montecchio

I carabinieri indagheranno sul suicidio della trentenne trovata morta in casa

Proprio ai militari è assegnato il compito, mesto ma doveroso come sempre, di far luce sulle cause del gesto insano della donna e sulle esatte dinamiche dello stesso, dinamiche su cui a dire il vero i media locali hanno tenuto uno “strano” riserbo.

Quel che è certo è lo sconforto assoluto in cui la morte della 30enne ha gettato conoscenti e soprattutto amici. Uno di essi avrebbe dichiarato che quella morte è stata “un fulmine a ciel sereno per tutti noi”. 

Trentenne trovata morta, un amico sul suicidio: “Era solare, tragedia inaspettata”

E ancora: “Io la conoscevo bene, frequentavamo anche la stessa palestra, non c’era assolutamente nulla che potesse far presagire una tragedia simile.

Una persona solare, sorridente, senza grilli per la testa. Ecco, proprio una brava persona”. E il mistero su quella morte è aumentato anche dal fatto che la vittima pare non abbia lasciato biglietti o messaggi che potessero spiegare il suo gesto. Quello che si sa è che entro domani, 25 luglio e fatte salve decisioni contrarie della magistratura inquirente di riferimento, dovrebbero quanto meno essere resi noti ora e luogo delle esequie.

Contents.media
Ultima ora