> > Treviso: aereo sfiora tetto di una casa, distrutte le tegole

Treviso: aereo sfiora tetto di una casa, distrutte le tegole

aereo

Un aereo appena decollato o in procinto di atterrare all'aeroporto Canova di Treviso ha mandato in frantumi le tegole di una casa. Tragedia sfiorata.

Un aereo ha mandato in frantumi le tegole di una casa a Quinto di Treviso.

Il proprietario dell’abitazione è rimasto illeso ma per puro miracolo. L’uomo infatti racconta di essere uscito appena pochi minuti dopo il passaggio dell’aereo, che stava atterrando o decollando dall’aeroporto Canova di Treviso. “Sono andate in mille pezzi proprio davanti all’ingresso di casa” rivela. Nel 2017 la compagnia low cost Ryanair è stata condannata a risarcire i danni ad un’altra famiglia con il tetto divelto.

Aereo manda in frantumi tegole

Tragedia sfiorata, è proprio il caso di dirlo, a Quinto di Treviso, comune veneto di circa 10mila abitanti. Nei pressi del Comune sorge l’aeroporto “Antonio Canova” di Treviso-Sant’Angelo, che si trova a tre chilometri dal centro della città sulla statale SR 515 “Noalese” (in direzione Padova). Gli abitanti di Quinto di Treviso denunciano da tempo le problematiche legate alle partenze e agli arrivi degli aerei. Troppo spesso, infatti, i velivoli sfiorano le case con il rischio di gravi incidenti.

Uno di questi è avvenuto venerdì 6 luglio. Il Gazzettino di Treviso riferisce infatti dello spavento di un cittadino di Quinto di Treviso, che ha rischiato di venire ferito (se non peggio) dalle tegole divelte del tetto della sua casa. A far volare i coppi non un vento di burrasca ma lo spostamento d’aria causato da un aereo a bassa quota. L’uomo racconta, ancora spaventato: “Le tegole sono improvvisamente cadute mentre stava passando un aereo” che volava basso, appena decollato o in procinto di atterrare all’aeroporto Canova di Treviso.

“Sono andate in mille pezzi proprio davanti all’ingresso di casa” situata di via XI Febbraio, specifica il proprietario dell’abitazione. “Mi hanno schivato per poco” riflette. “In quel momento stavo uscendo. Ma per fortuna ero ancora sotto la porta. È andata bene” commenta l’uomo. “Fossi stato un po’ più avanti, mi avrebbero spaccato la testa. – conclude – Non è capitato nulla solo per una questione di attimi”.

Il precedente

Non è la prima volta che gli abitanti di Quinto di Treviso rischiano la vita a causa del passaggio degli aerei.

Nel maggio 2017 una famiglia del luogo ha infatti vinto una causa contro la compagnia low cost Ryanair. Nel 2009 un aereo in fase di atterraggio all’aeroporto Canova di Treviso aveva danneggiato il tetto di una casa, in maniera simile a quanto avvenuto pochi giorni fa. I proprietari dell’abitazione hanno quindi denunciato la compagnia irlandese. In primo grado il Tribunale di Treviso ha dato ragione alla famiglia di Quinto. Una perizia tecnico-ricostruttiva, infatti, è riuscita a provare per la prima volta il danno causato dal volo troppo ravvicinato di quell’aereo della Ryanair.

“Siamo davanti ad una famiglia che ha avuto il coraggio di portare le proprie ragioni davanti ad un giudice: noi abbiamo deciso di offrire il nostro supporto anche a questa vicenda dato che la compagnia Ryanair, in relazione ai fatti, non ha mai proposto, per via bonaria, offerte o liquidazioni transattive” spiegava a OggiTreviso.it Roberto Simioni, presidente della società trevigiana di tutoring “Obiettivo Risarcimento” alla quale la famiglia si era rivolta per ricevere assistenza legale.

“Che si tratti di una vicenda alla Davide contro Golia è indubbio: – sottolineava – sono convinto che questa sentenza costituisca un precedente straordinario”. Simioni chiariva inoltre: “Il problema di queste persone non si limita ad un tetto danneggiato e infatti con un team di esperti stiamo valutando la pericolosità ed il rischio, anche da un punto di vista psicologico, a cui è costantemente sottoposta questa famiglia così strettamente condizionata dall’intero distretto aeroportuale”.