×

Treviso, lite per un parcheggio: papà picchiato davanti ai suoi figli piccoli

Un papà è stato picchiato davanti ai suoi figli piccoli, in provincia di Treviso, a causa di una lite per un parcheggio.

Carabinieri

Un papà è stato picchiato davanti ai suoi figli piccoli, in provincia di Treviso, a causa di una lite per un parcheggio. Il fatto è accaduto domenica, nella località Ai Pioppi, a Montello. Doveva essere una bella giornata, ma è stata rovinata.

Treviso, lite per un parcheggio: padre picchiato davanti ai figli

Doveva essere una tranquilla domenica di svago in famiglia, nella località Ai Pioppi, a Montello, ma si è trasformata in una pessima giornata. Questo a causa di una rissa che ha lasciato il segno, nei diretti interessati ma anche nei testimoni, tra cui dei bambini. Il giorno dopo la parte lesa, ovvero il papà in questione, ha deciso di non sporgere denuncia, non essendoci lesioni refertate. Probabilmente si è reso conto che questa violenza si poteva evitare.

Tutto è avvenuto intorno alle 18, per un problema legato ad un parcheggio. Una lite tra una famiglia della zona e una albanese.

Treviso, lite per un parcheggio: dispetti e rissa

I testimoni hanno spiegato che la tensione è cresciuta a causa di una serie di dispetti, forse nei confronti dei bambini, nella zona delle giostre. Tutto sarebbe degenerato in una rissa e il papà italiano ha avuto la peggio. Questo perché il padre albanese ha chiamato i rinforzi.

Nella confusione i titolari e il personale sono usciti dalla cucina a causa del rumore e della confusione che hanno sentito. Hanno notato molte persone agitate e preoccupate, alcune al telefono con i carabinieri, che sono arrivati da Montebellina.

Treviso, lite per un parcheggio: il racconto

Un uomo stava facendo retromarcia con la sua auto quando un gruppo di ragazzi ha iniziato ad insultarlo. Lui ha reagito e il ragazzo che lo aveva offeso ha chiamato i rinforzi.

Hanno iniziato a picchiarlo e i due bimbi piccoli dell’uomo che erano in macchina assieme a lui hanno iniziato a piangere disperati. Avevano poco più di un anno. La moglie era sconvolta ed è corsa a portarli via” ha raccontato un testimone. Gli animi si sono accesi anche per via di qualche riferimento alla nazionalità delle due parti. “In ogni caso è impressionante quello che può succedere quando si crea il branco” ha commentato il sindaco Fabio Vettori.

Contents.media
Ultima ora