Tromba d'aria nel Pisano, migliaia di euro di danni
Tromba d’aria nel Pisano, migliaia di euro di danni
News

Tromba d’aria nel Pisano, migliaia di euro di danni

tromba d'aria

Fortissimi disagi e migliaia di euro di danno: questo il bilancio del passaggio di una tromba d'aria tra Pisa e San Giuliano.

Fortissimi disagi e migliaia di euro di danno: questo il bilancio del passaggio di una tromba d’aria tra Pisa e San Giuliano. Numerosissimi sono state le richieste di intervento dei Vigili del Fuoco, decine gli alberi sradicati e i tetti scoperchiati.

La tromba d’aria

Il picco distruttivo della tromba d’aria è avvenuto nella prima mattinata di sabato 31 marzo, nel pisano. Non è stato solo il vento, a causare disagi: anche la pioggia e la grandine hanno avuto un notevole fattore nella conta finale dei danni. Si sono registrati danni in vari punti del pisano, soprattutto tra Pisa e San Giuliano; il paese in assoluto più colpito pare essere stato quello di Ghezzano (frazione di San Giuliano), con segnalazioni minori provenienti da Calci. Nel caso di Ghezzano, il grosso della distruzione è stata seminata intorno alle 9 del mattino.

Fortissime le raffiche registrate, che assieme a pioggia e grandine hanno contribuito a sradicare diversi alberi e a scoperchiare i tetti di numerose abitazioni.

Le tegole, fatte schizzare via dal vento, hanno arrecato danni alle vetture parcheggiate per la strada.

L’intervento

Pronto è stato l’intervento dei Vigili del Fuoco su tutto il territorio interessato: quattro le squadre che si sono mobilitate nel corso della mattinata per riparare il grosso dei danni. Nel giro di poche ore, dunque, rami pericolanti e alberi sradicati dalla tromba d’aria sono stati rimossi dalle principali vie di comunicazione. Almeno 15 parrebbero essere state le segnalazioni della popolazione spaventata.

Altri casi recenti

Il verificarsi di eventi atmosferici pericolosi e proibitivi sulla nostra bella penisola non è una novità. Negli ultimi tempi, soprattutto, è aumentata la quantità di trombe d’aria, piogge forti e torrenziali e sbalzi di temperatura con annesse precipitazioni fuori stagione.
Nello scorso febbraio, una forte tromba d’aria ha infatti colpito la Costiera Amalfitana, aprendo un’ampia voragine sul lungomare a Salerno. Quella dello scorso 7 febbraio è stata una notte che ha creato numerosissimi disagi. Diverse sono state le strutture danneggiate sul lungomare di maiori: si è parlato addirittura di pini marittimi e di cartelli stradali sradicati, e del tetto di un ristorante portato via dalle raffiche di vento.
Assieme alla tromba d’aria, era arrivata anche la pioggia, a causa della quale si sono registrati veri e propri allagamenti nella zona sud della provincia di Salerno.
Nonostante l’inclemenza degli eventi atmosferici, non ci sono stati feriti.

Ancora più recente il passaggio di una tromba d’aria a Caserta (12 marzo), anch’essa accompagnata da temporale e grandine.

Numerosissimi, anche in quel caso, i danni a mezzi e ad abitazioni. È stato registrato un solo ferito, e fortunatamente nessuna vittima. (foto facebook Paola Plescia)

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche