Truffa anziani: si spacciavano per carabinieri o avvocati
Truffa anziani: si spacciavano per carabinieri o avvocati
Milano

Truffa anziani: si spacciavano per carabinieri o avvocati

truffa anziani

Cinque persone, provenienti dalla zona di Napoli, sono state arrestate per aver compiuto truffa agli anziani, soprattutto donne, a Milano

Truffa anziani, ben 5 persone sono state arrestate per aver ingannato e derubato delle persone di una certa età di Milano. I malviventi, tutti originari del Napoletano, agivano telefonando fingendosi carabinieri o avvocati. I malcapitati, persone anziane soprattutto donne, si sentivano dire che un nipote era rimasto coinvolto in un incidente, e che c’erano da pagare l’assicurazione e i danni. Nel giro di poco tempo, pochi mesi, i 5 truffatori erano riusciti a a farsi recapitare in tutto 200mila euro.

Truffa anziani Milano

I carabinieri di Milano hanno scoperto e sgominato una truffa anziani. Si trattano di cinque persone, originarie della zona di Napoli, che truffavano persone di una certa età attraverso il classico metodo del finto avvocato o del finto carabiniere.

Con questa falsa identità, i malviventi annunciavano alle vittime il coinvolgimento di un parente (il più delle volte un nipote) in un incidente stradale. Agendo in questo modo con questa truffa anziani, affermando che c’erano da pagare i danni e l’assicurazione, i 5 napoletani sono arrivati a farsi reperire ben 200mila euro tra soldi e oggetti di valore.

Talvolta i cinque si presentavano anche come finiti carabinieri per farsi consegnare soldi e gioielli in cambio di aiuto al parente che facevano credere essere in difficoltà, come si sente nelle intercettazioni telefoniche raccolte dai veri carabinieri.

Le ordinanze di custodia cautelare sono state effettuate a Milano e contemporaneamente a Napoli, Parma, e anche in Spagna.

Precedente

Il 21 dicembre scorso, è stato arrestato un uomo di 37 anni, che anche lui commetteva truffa anziani. Agiva in modo davvero simile a quello dei cinque napoletani arrestati oggi. Gli accertamenti condotti hanno reso possibile individuare l’uomo come autore di 8 casi di truffa anziani. Questi hanno avuto luogo tra il 27 aprile e il 20 giugno scorsi. Le povere e sfortunate vittime sono state donne dai 70 agli 85 anni. Ad essi sono stati sottratti via oltre 17mila euro in contanti e preziosi per un valore giudicato di oltre 25mila euro.

Stando a quanto ricostruito dai carabinieri, le truffe, che sono state effettuate in diverse zone della città di Milano, sono state tutte gestite seguendo lo stesso identico modus operandi ogni volta.

Questo prevedeva un contatto telefonico con le vittime. Durante la conversazione, fingendosi un falso avvocato e poi un sedicente maresciallo dei Carabinieri, il truffatore comunicava la necessità di consegnare denaro e gioielli ad un emissario. Questo al fine di poter procedere al rilascio di un famigliare trattenuto presso una caserma dei Carabinieri. Il parente sarebbe stato responsabile di un incidente stradale. A ritirare a i soldi e/o oggetti di grande valore presso l’abitazione dell’ingenua vittima era proprio l’uomo 37enne.

Il colpevole è stato trovato grazie alle descrizioni delle vittime, ad alcuni fotogrammi estrapolati dalle telecamere di sorveglianza, e, ovviamente, ad attività tecniche svolte dai militari. Il truffatore è stato sucessivamente condotto presso il carcere di San Vittore.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche