×

Trump rifiuta di rispondere a procuratore NY su inchiesta frode

New York, 10 ago. (askanews) – L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato di essersi rifiutato di rispondere alle domande del procuratore generale di New York, Letitia James, nell’ambito di un’indagine civile sulla Trump Organization, accusata di aver gonfiato i valori di alcuni immobili per ricevere benefici fiscali e maggiori entrate dalle vendite.

Trump ha fatto l’annuncio poco dopo essere arrivato negli uffici del procuratore dove era atteso per una dichiarazione giurata.

“La mia grande società, e io stesso, siamo attaccati da tutte le parti” ha detto il Tycoon che spesso ha accusato il procuratore generale Letitia James, che è nera, di essere razzista.

L’ex capo dello Stato americano in questo giorno è al centro di una intensa attività legale: martedì le perquisizioni effettuate dall’Fbi nella sua tenuta di Mar-a-Lago in Florida, nell’ambito di un’indagine federale per stabilire se siano stati sottratti documenti riservati che sarebbero dovuti rimanere alla Casa Bianca dopo la fine del mandato presidenziale di Trump.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Contents.media
Ultima ora