Https://pixabay.com
Tunisia, coppia condannata a 4 mesi di carcere per un abbraccio
Esteri

Tunisia, coppia condannata a 4 mesi di carcere per un abbraccio

tunisia
Tunisia, coppia condannata a 4 mesi di carcere per un abbraccio

In Tunisia un trentenne francese e una quarantenne algerina sono stati condannati in appello per essersi abbracciati all'interno della loro auto: quattro mesi di carcere per l'uomo, due mesi per la donna.

Tunisia, una coppia di innamorati è stata condannata a quatto mesi di carcere per indecenza. La colpa dei due, un trentenne francese e una quarantenne tunisina, è quella di esserci abbracciati in pubblico, o meglio dentro un’automobile. La Polizia tunisina li ha colti sul fatto mentre, abbracciati, si stavano scambiando un bacio e li ha condannati. L’accusa di indecenza porterà l’uomo, un trentenne di origini francesi, a scontare quattro mesi di carcere; pena ridotta a due mesi per la donna, una quarantenne tunisina. Una vicenda che ne ha del paradossale se si considera che la Primavera Araba avrebbe dovuto portare maggior democrazia e più rispetto dei diritti delle persone.

Tunisia, il bacio negato

I due fidanzati, colpevoli di essersi scambiati un bacio nella propria automobile, sono stati condannati al carcere. Una pena dura e considerata fuori luogo se si fa riferimento alle leggi occidentali. Probabilmente, fino a qualche anno fa, la stessa considerazione la si avrebbe avuta anche in Tunisia, ma dal 2011 le cose nel Paese sono molto cambiate.

La Primavera Araba, con il suo seguito rivoluzionario, aveva portato in Tunisia risultati positivi, caratterizzati da una maggiore democrazia e un rispetto dei diritti di tutte le persone. La svolta, però, è stata data dalle elezioni del 2011, quando il Partito Ennahda, legato ai Fratelli Musulmani, ha raggiunto un risultato storico ed è salito al potere.

Pochi passi in avanti, dall’elezione del Partito Ennahda, per il Paese tunisino. Molte le situazioni che sono rimaste caratterizzate dall’oscurantismo, in particolare quello legato alla religione musulmana. A questo tipo di mentalità risale l’arresto di una coppia di fidanzati, una tunisina e un francese, che si stavano scambiano effusioni romantiche e che sono stati condannati dalla Polizia di Tunisi per indecenza. La Polizia li ha scoperti mentre, nella loro automobile, si stavano abbracciando e scambiando un bacio ed ora sono stati condannati in appello. A nulla è falsa la smentita dei due innamorati.

Abbraccio pubblico: ecco la pena

Abbracciarsi e baciarsi in pubblico, dove la Polizia li ha viti, è costato caro ai due ragazzi.

La quarantenne tunisina e il trentenne francese sono stati arrestati dalla Polizia di Tunisi e processati. La condanna in appello è di quattro mesi di carcere per il francese, pena ridotta a due mesi per la tunisina. Il Tribunale di prima istanza aveva proposto per i due fidanzati pene ben peggiori, ma la Corte d’Appello ha stimato che con qualche mese di detenzione potranno scontare la loro pena.

All’uomo sono stati imputati i capi di indecenza e oltraggio a pubblico ufficiale nell’esercizio delle sue funzioni: la pena riservata al trentenne francese sarà di quattro mesi di carcere. Alla donna, una quarantenne tunisina, è stato confermato solo il reato di indecenza che la porterà a scontare solo due mesi di carcere. Invani i tentativi dei due di difendersi in aula: a nulla è valso negare l’abbraccio e sostenere di essere stati soltanto amici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche