Turchia, blitz degli agenti sventa attentato di Capodanno
Turchia, blitz degli agenti sventa attentato di Capodanno
Esteri

Turchia, blitz degli agenti sventa attentato di Capodanno

Turchia

Turchia, nuovi blitz ad Ankara scongiurano attentati Isis. 29 persone arrestate che si preparavano a colpire con materiale esplosivo

Turchia, non si fermano i blitz nella capitale. Sono 29 le persone tratte in arresto dagli agenti della polizia turca. I sospetti militanti dell’Isis sono stati trovati in possesso di diverso materiale esplosivo ed erano in procinto di prepararsi a colpire. Ankara doveva essere teatro di diversi attacchi proprio nella notte di Capodanno. Dal materiale rinvenuto sembra che gli attentatori avessero già individuato i luoghi ideali in cui fare strage. Per il momento, l’incubo dello scorso Capodanno sembra essere stato allontanato.

Turchia, scongiurato attacco

Non si tratta di un solo attentato, ma di più punti nevralgici. Erano diversi infatti i luoghi individuati dai militanti Isis tratti in arresto nel corso di diversi blitz dalle forze dell’ordine ad Ankara. Il materiale esplosivo ha dato modo agli agenti di capire che in molti tra gli attentatori erano pronti a colpire proprio in questi giorni, come scrive l’agenzia di Stato Anadolou.

Blitz antiterrorismo

La tensione e l’allarme antiterrorismo sono ai massimi livelli nella capitale dello stato turco.

Le forze dell’ordine sono attive e impegnate su più fronti per scongiurare quello che accadde durante i festeggiamenti di Capodanno di un anno fa. La notizia dei blitz di questa mattina che ha visto 29 persone finite in manette si aggiunge agli altri mandati. Oltre a 17 altri sospetti, sempre ieri, 38 persone sono state arrestate dall’antiterrorismo. I potenziali membri dello Stato islamico, per la maggior parte siriani, sono stati prelevati nella provincia nordoccidentale di Bursa.

Capodanno di sangue

In vista delle celebrazioni per l’anno nuovo, le misure di sicurezza e i controlli si fanno serrati. Nella mente del popolo turco è ancora vivida l’immagine dello scorso Capodanno di sangue. Durante i festeggiamenti dell’anno scorso un uomo fece strage con un fucile d’assalto in un esclusivo nightclub di Istanbul. Furono 39 le vittime tra turchi e stranieri e l’attacco fu subito rivendicato dall’Isis. Proprio per evitare il dramma dello scorso anno, la Turchia ha disposto di raddoppiare il numero delle forze dell’ordine in servizio.

Turchia, misure di sicurezza

Quest’anno saranno 37.000 gli agenti in servizio a Istanbul che si occuperanno di tenere sotto controllo le celebrazioni pubbliche di Capodanno.

I principali quartieri, per ragioni di sicurezza, saranno strettamente presidiati e le celebrazioni potranno anche essere cancellate. Il livello di allerta è altissimo e in questi giorni proseguono a ritmo serrato le operazioni delle forze dell’ordine che continuano a portare alla luce nuove potenziali cellule. I blitz di questa mattina confermano come il sedicente stato islamico stia preparando nuove stragi nella notte più lunga dell’anno. Se lo scorso Capodanno aveva avuto un sito tragico, gli agenti sono impegnati su più fronti a scongiurare una nuova strage. Mentre il mondo si prepara a festeggiare, la polizia organizza nuove operazioni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche