Turchia: i cinque luoghi assolutamente da non perdere
Turchia: i cinque luoghi assolutamente da non perdere
Viaggi

Turchia: i cinque luoghi assolutamente da non perdere

Turchia

La Turchia è il posto di incontro tra Europa e Asia, meta eccellente per le proprie vacanze: ecco cinque luoghi assolutamente da visitare


La Turchia è un luogo di confine tra Oriente e Occidente. Negli ultimi tempi sta diventando sempre più una meta ideale per trascorrere le vacanze estive. Qui si trova di tutto: una storia millenaria, culla della civiltà, un crogiolo di arte e architettura tra il mondo greco a quello romano, dal bizantino all’ottomano. Si trova anche un vasto assortimento di elementi naturali, con paesaggi indimenticabili, dalle coste variegate al selvaggio e arido altopiano anatolico. Inoltre la Turchia è relativamente facile da raggiungere: ci sono voli low cost dall’Italia, mentre le ferrovie turche aderiscono a InterRail. Questa nazione può pertanto diventare facilmente una meta anche per i giovani che decidono di viaggiare semplicemente con uno zaino in spalla.



La Turchia è una nazione enorme: sono moltissime le cose da vedere, quindi fare delle scelte è purtroppo inevitabile. Ecco i cinque luoghi da non perdere per chi desidera fare una vacanza in Turchia visitando le località più importanti di questa grande e stupenda nazione.

La capitale della Turchia: Istanbul

istanbul-2430072_960_720

La grande metropoli del Bosforo rappresenta la sintesi perfetta dell’anima turca. Divisa su due sponde, a oriente quella asiatica e a occidente quella europea, Istanbul offre una storia eccezionale, fatta da monumenti bizantini e dal quelli simbolo dell’impero ottomano. Istanbul è una città enorme, considerata oramai la metropoli al mondo per numero di abitanti. Difficile è tracciarne i confini, dato l’enorme agglomerato di case che la collegano ai centri vicini. Istanbul è comunque una città ordinata, pulita e civile, che offre molto pur spendendo pochi soldi in cibo, alloggi e trasporti.

Da non perdere è Sultanahmet, con monumenti straordinari come Santa Sofia, il Palazzo Topkapi, la Moschea Blu e la Cisterna Basilica. Vale poi la pena perdersi tra i meandri del Grand Bazaar, oppure salire in cima alla Torre di Galata. Qui potrete godere il tramonto da uno dei panorami più incantevoli al mondo.

Regione della Cappadocia

rock-64958_960_720

Si tratta di una delle meraviglie geologiche tra le più famose al mondo. La regione della Cappadocia è infatti conosciuta per le sue forme geologiche bizzarre, note come i Camini delle Fate. Essi sono stati creati dall’erosione che ha modellato, in modo selettivo, i depositi piroclastici di vulcani antichissimi.

Spostandosi tra le città di come quelle di Nevsehir, Kayseri, Goreme e Urgup si possono ammirare paesaggi straordinari, davvero fiabeschi. Qui le rocce sono state “colonizzate” dall’uomo. Sono presenti della suggestive case e chiese rupestri sotterranee, letteralmente intagliate nella roccia vulcanica. Le chiese, soprattutto, hanno le pareti decorate con splendidi dipinti che rappresentano episodi tratti dalle Sacre Scritture. Anche molti alloggi dedicati ai turisti sono stati ricavati da antiche grotte, poi riconvertite in camere d’albergo. Queste chiese sotterranee sono ricolme di storia e di affreschi bizantini.

La città di Efeso

ephesus-629812_960_720

Un’altra destinazione imperdibile della Turchia, per le alle sue innumerevoli rovine greche e romane, è sicuramente Efeso. Passeggiare tra gli scavi archeologici di Efeso è come camminare nel cuore autentico della storia. Il tempio di Artemide, una delle sette meraviglie del mondo antico, si trova proprio qui. Anche la famosa grotta dei Sette Dormienti e la casa della Vergine Maria sono luoghi assolutamente da non perdere. Essi fanno parte del patrimonio archeologico della città. D’obbligo è anche la visita al grande teatro, ancora in perfette condizioni grazie agli ottimi restauri. Un tempo esso ospitava spettacoli ammirati da ben 25000 spettatori. A pochi chilometri da Efeso si trova poi la costa di Kusudasi, dove è possibile tuffarsi per un bagno rigenerante.

Pamukkale, il “Castello di Cotone”

pamukkale-14983_960_720

Di fronte a queste cascate di rocce bianche alternate a laghi turchesi troverete la metafora particolarmente azzeccata. Grazie alle sorgenti termali, a Pamukkale si è creato uno spettacolo di concrezioni gessoso-calcaree che si estende per oltre due chilometri e mezzo di lunghezza e oltre 150 metri di altezza. Dopo i bagni termali potrete andare nella vicina Hierapolis, l’antica città della Frigia. Anch’essa è un imperdibile sito archeologico dove si respira ancora il fascino della storia e dell’architettura greco-romana. Sia Pamukkale che Hierapolis sono stati inseriti tra i patrimoni dell’umanità dall’Unesco.

Spiaggia di Patara

lycian-way-1309879_960_720

Chi cerca un mare indimenticabile può recarsi a Patara, a sud di Fethiye e nord di Kas, là dove l’Egeo incontra il Mediterraneo. Questa località vanta una lunga spiaggia di circa 15 chilometri. Da molti viene giudicata come una delle spiagge più belle del pianeta. Essa offre fondali sabbiosi ma anche rocce alle sue estremità. Il fiume Saklikent taglia l’arenile circa a metà della sua lunghezza. Se lo risalite troverete anche un sito archeologico è all’interno spettacolari gole scavate nella roccia. Ci sono le testimonianze storiche del porto romano di Patara, con un arco trionfale triplo, una necropoli e i resti di un teatro. Il fatto che questa spiaggia è uno dei luoghi dove si riproducono le tartarughe caretta-caretta la dice lunga sulla qualità delle acque di questo mare e dell’ambiente naturale ancora del tutto integro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche