×

Turisti morti alle Bahamas, l’ipotesi del gas tossico nell’aria condizionata

Dopo una prima indagine arriva una testimonianza che accredita come i turisti morti alle Bahamas possano aver inalato del gas tossico

Il resort dove è avvenuta la tragedia

Sembra esserci una pista accreditata nel caso dei tre turisti americani morti alle Bahamas e prende piede l’ipotesi del gas tossico nell’aria condizionata. Le dichiarazioni di alcuni ospiti del resort dove è avvenuta la tragedia, il Sandals Emerald Bay a Exuma, coincidono con i primi sospetti avanzati nelle ore immediatamente successive all’incidente.

La pista è quella di un malfunzionamento degli impianti di aria condizionata. 

Turisti morti forse per gas tossico

Chi lo dice? Uno dei turisti presenti nel resort che ha lamentato anche lui malesseri nelle stesse ore in cui quattro ospiti sono stati trovati privi di senso. Dei quattro poi si sarebbe salvata solo una donna, moglie di uno dei defunti, ricoverata in Florida. Ha scritto il turista: “Tre dei nostri vicini nell’edificio accanto a noi sono morti e un quarto è stato trasportato in elicottero in condizioni critiche.

Sembra che possa essere stato un guasto all’aria condizionata che ha causato una perdita di refrigerante tossico”. 

I malori dopo l’aria condizionata

E ancora: “È stato difficile dormire ogni volta che si accendeva l’aria condizionata, mi svegliavo”. La polizia sta indagando e le tre vittime non avevano segni di violenza, in compenso prima di morire avevano avuto convulsioni. La polizia di New Providence ha spiegato: “Le nostre indagini iniziali hanno rivelato che la coppia trovata senza vita nella seconda villa si era lamentata di un malore la sera prima.

Si sono recati presso la struttura medica locale e al termine delle cure sono tornati al loro alloggio”.

Contents.media
Ultima ora