Tutor non a norma: perché le multe sono da annullare
Tutor non a norma: perché le multe sono da annullare
Motori

Tutor non a norma: perché le multe sono da annullare

Tutor
Tutor

Dopo la sentenza il sistema di rilevamento dei Tutor sarà sostituito da Autostrade per l'accertata violazione del brevetto che appartiene alla Craft.

I sistemi per rilevare la velocità dei veicoli sulle autostrade sono due: il sistema di autovelox che registra la velocità del veicolo in maniera istantanea e il sistema dei Tutor che calcola la velocità media del veicolo in un tratto di strada che è compreso tra due stazioni di rilevamento. Il secondo sistema di rilevamento è stato protagonista di una diatriba giudiziaria che si è conclusa con una sentenza della Corte di appello di Roma che attesta la violazione del brevetto da parte di Autostrade per l’Italia che per continuare a usare il sistema di rilevamento attuale dovrà comprarlo dall’azienda che detiene il brevetto oppure non fabbricarlo, commercializzarlo e utilizzarlo.

Vicenda giudiziaria dei Tutor

Nel 2015 la Craft, una piccola azienda di hi-tech originaria di Greve di Chianti, con il suo proprietario Romolo Donnini hanno impugnato una causa per violazione del brevetto contro la società Autostrade per l’Italia. L’azienda toscana ha affermato che aveva proposto ad Autostrade il progetto ma quest’ultima prima lo reputò poco interessante e solo dopo nel 2004 lo brevettò con un altro nome, Sicve. La Corte di appello di Roma ha ordinato alla società Autostrade per l’Italia di rimuovere e distruggere tutti i Tutor presenti sulle autostrade, di pagare 500 euro all’azienda toscana per ogni giorno di ritardata rimozione oppure di comprare il brevetto della Craft, anche se questa soluzione appare poco praticabile dato che potrebbe risultare troppo onerosa per la società Autostrade dato che si tratta chiaramente di violazione del brevetto.

Soluzione adottata da Autostrade

La società Autostrade per l’Italia ha però affermato chiaramente che i Tutor non verranno rimossi ma sarà sostituito il sistema di rilevamento con uno nuovo e diverso rispetto a quello utilizzato fino a oggi.

Inoltre ha dichiarato che si farà anche carico della sanzione prevista dalla sentenza, cioè corrisponderà alla Craft 500 euro al giorno, per mantenere attivo il sistema fino alla sostituzione definitiva che dovrà avvenire entro tre settimane.

Il sistema di rilevamento dei Tutor attuali calcola la velocità media in un tratto di strada che è compreso tra due stazioni di rilevamento. La telecamera presente della prima stazione di rilevamento registra il numero delle targa del mezzo di trasporto con la data e l’ora in cui è avvenuto il transito, mentre la telecamera presente nella seconda stazione di rilevamento rileva l’uscita del mezzo di trasporto quando esce dal tratto preso in esame. In un secondo momento un sistema centrale elabora i dati che sono stati raccolti dalle due stazioni di rilevamento e in questo modo si calcola se il veicolo ha superato i limiti di velocità nel percorso.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Apple iPhone 6s Plus 32GB Grigio - Grey
439 €
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Diadora Cyclette Lilly Rigenerata
79.95 €
173 € -54 %
Compra ora
Prozis Corehr - Smartband Con Cardiofrequenzimetro
24.99 €
41.67 € -40 %
Compra ora