×

Tutte le strade portano a Luis…Guardiola

Luis Enrique viene considerato l’erede di Pep Guardiola. Il suo Barcellona B gioca come la prima squadra, stesso modulo e stesse idee, ed ora, sembra destinato a fare il salto in una squadra importante, come per esempio la Roma, di cui tutti i giornali danno ormai per fatto l’accordo, oppure, udite udite, passare di livello, ed andare a prendere il posto di Guardiola al Barcellona A. Ipotesi fattibile, da non scartare, per due motivi importantissimi:

1 – Guardiola ha cominciato proprio cosi: dal Barcellona B è passato alla squadra maggiore, stupendo tutti e vincendo tutto. Questo perchè il Barcellona ha lo stile di far crescere tutti (allenatori e giocatori) per portarli alla ribalta mondiale, e se non si passa per la prima squadra, è difficile approdare in un’altra realtà.

In parole povere: noi abbiamo puntato su di te, e ci punteremo sempre, fino alla fine. E se il ciclo di Luis è finito, lo è anche quello di Guardiola, già fatto e pronto per guidare un’altra squadra.

2 – Gli americani hanno l’obbligo di partire col botto: c’è un’intera città da riconquistare, e tutto deve essere perfetto, a cominciare dall’allenatore. Prendere Luis Enrique, sarebbe come fare una cena importantissima con piatti, bicchieri e forchette di carta: non proprio il massimo dello stile. Tutti sanno che Baldini ha contattato per primo Pep Guardiola, che non ha detto no, questo perchè a Baldini non piace prendere i no, e a Di Benedetto non piace perdere. Se Roma grande sarà, lo deve essere tutta, dalla testa ai piedi.
Ormai però, l’attesa è finita, alla finale mancano solo una spicciolata di ore.

Vedremo quanto il popolo romanista sarà felice.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche