×

Tutte le stragi a scuola negli Stati Uniti, da Columbine a Uvalde

Gli Stati Uniti hanno il triste primato delle stragi a scuola. Una scia di sangue iniziata nel lontano 1927, terminata con la strage di Uvalde.

Stragi

La lunga scia di sangue negli Stati Uniti è iniziata nel 1927 e per il momento si è conclusa con la terribile strage di Uvalde. Sono state tante le stragi a scuola avvenute negli Stati Uniti.

Tutte le stragi a scuola negli Stati Uniti: Florida e Texas

Non si placa il terrore negli Stati Uniti per le stragi nelle scuole. Qualche mese fa uno studente di 18 anni, Nicholas Cruz, ha aperto il fuoco nella Majory Stoneman Douglas High School di Parkland, in Florida, uccidento 17 persone e ferendone altre 50. L’assassino è stato arrestato dopo una caccia all’uomo. Nelle scorse ore, Salvador Ramos ha compiuto una strage simile a Uvalde, in Texas, uccidendo 19 bambini di una scuola elementare e 2 insegnanti.

Il killer è stato ucciso dalla polizia. Per gli Stati Uniti si tratta dell’ennesimo dramma in una scuola, dopo una lunga scia di sangue partita dal 1927, che non accenna a fermarsi.

Stragi a scuola negli Usa: dalla Bath School alla Virginia Tech

Le stragi nelle scuole americane sono iniziate nel 1927 e la scia di sangue continua fino ai giorni nostri. Ecco alcune terribili stragi:

  • Bath School – 18 maggio 1927: questa è la più grave strage nella storia americana.

    Andrew P. Kehoe, impegnato nelle attività scolastiche, ha fatto esplodere tre ordigni, uccidendo se stesso e altre 44 persone. Tra le motivazioni del terribile gesto le nuove tasse per la costruzione della scuola e la sconfitta nelle elezioni comunali. Sono stati scoperti 230 kg di dinamite inesplose nel resto della scuola.

  • Scuola media di Jonesboro – 24 marzo 1998: Andrew Golden e Mitchell Johnson, due studenti di 11 e 13 anni, sono entrati nella scuola media di Jonesboro, in Arkansas, hanno attivato l’allarme antincendio e quando gli studenti sono usciti hanno iniziato a sparare.

    Sono morte quattro studentesse e un insegnante, mentre altre 10 persone sono rimaste ferite.

  • Columbine High School – 20 aprile 1999: Eric Harris e Dylan Klebold, si 18 e 17 anni, hanno ucciso 12 studenti e un insegnante sparando a scuola, per poi togliersi la vita nella biblioteca.
  • Appalachian School – 16 gennaio 2002: lo studente 43enne Perer Odighizuwa ha ucciso a colpi di pistola il rettore, un insegnante e una studentessa e ha ferito altri tre studenti.
  • Red Lake High School – 31 marzo 2005: Jeff Weise, 17enne, ha uccisso i nonni e poi ha fatto irruzione nella Red Lake High School armato di fucile e pistola e ha ucciso 9 persone, ferendone una dozzina, prima di suicidarsi.
  • West Nickel Mines Amish School – 2 ottobre 2006: charles Carl Roberts IV, 32enne sposato e con tre figli, è entrato nella Georgetown Amish School e ha ucciso un’assistente e tre bambine, ferendone altre sei prima del suicidio.
  • Virginia Tech – 16 aprile 2007: Seung Hui-Cho, studente di 23 anni, ha aperto il fuoco all’interno del Campus della Virginia. Ha ucciso 32 persone, tra studenti, professori e impiegati, in due assalti.

Stragi negli Stati Uniti: dalla Northern University alla Umpqua community College

  • Northern University – 14 febbraio 2008: il 27enne Steven Kazmierczak è entrato nella sua facoltà e ha aperto il fuoco, uccidendo 6 studenti e ferendone 15 prima di suicidarsi. Viene ricordata come “La strage di San Valentino”.
  • Chardon High School – 27 febbraio 2012: il 17enne T.J. Lane è entrato nel liceo di Chardon e ha aperto il fuoco prima verso gli studenti in attesa del bus e poi nella mensa. Ne ha uccisi 3 e feriti 2.
  • Università di Oikos – 2 aprile 2012: One go, studente di 43 anni, ha aperto il fuoco sugli studenti all’Università di Oikos. ha ucciso 7 studenti e ne ha feriti 3.
  • Sandy Hook Elementary School – 14 dicembre 2012: il 20enne Adam Lanza ha aperto il fuoco nella scuola elementare, uccidendo 27 persone, di cui 20 bambini tra i 6 e i 7 anni, per poi suicidarsi. Prima aveva ucciso la madre.
  • Santa Monica College – 7 giugno 2013: John Zawari, 23 anni, ha ucciso il padre e il fratello, poi ha colpito estranei in macchina e al college di Santa Monica.
  • Campus di Santa Barbara – 23 maggio 2014: Elliot Rodger, studente 22enne, ha aperto il fuoco all’Università della California, uccidendo 6 persone e ferendone 13.
  • Seattle Pacific University – 5 giugno 2014: un 26enne è entrato nella Pacific University e ha aperto il fuoco sugli studenti con un fucile a caccia. Ha ucciso un 19enne, ma uno studente è riuscito a bloccarlo con lo spray al peperoncino.
  • Umpqua community College – 1 ottobre 2015: il 26enne Chris Harper-Mercer è entrato nel college di Roseburg e ha chiesto agli studenti di quale religione fanno parte, poi ha aperto il fuoco. Ha ucciso 9 studenti e ne ha feriti 7.
Contents.media
Ultima ora