Tutti i capogruppo eletti alla Camera e al Senato
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Tutti i capigruppo eletti alla Camera e al Senato
Cronaca

Tutti i capigruppo eletti alla Camera e al Senato

Bernini e Gelmini

Sono stati eletti i capigruppo di Camera e Senato: i nomi più rilevanti sono quelli di Forza Italia e del Pd.

Si sono svolte le votazioni per eleggere i rappresentanti dei vari partiti alla Camera e al Senato. I partiti hanno scelto come capigruppo alcuni tra i personaggi più in “vista” delle varie formazioni politiche.

Forza Italia

Il gruppo dei forzisti, che si era riunito nell’aula della commissione Difesa, ha scelto come suoi rappresentanti Maria Stella Gelmini a Montecitorio e Anna Maria Bernini a Palazzo Madama. L’elezione delle due donne è in linea con le indicazioni che aveva dato qualche giorno fa Silvio Berlusconi, per questo l’elezione delle due rappresentanti non è una notizia insolita. Infatti secondo lo statuto del partito di centro destra, i capigruppo vengono designati dal Premier e poi eletti dal gruppo. Berlusconi sembra quindi voler portare un’ondata di freschezza tutta al femminile all’interno del partito. Alle consultazioni con il Capo dello Stato i partiti di Destra si presenteranno separati, e non uniti, come nella coalizione proposta alle elezioni del 4 Marzo.

Le capogruppo potrebbero proporre come candidato premier Antonio Tajani, restando anche in questo caso, sulla stessa linea già manifestata in precedenza.

Lega

Il nuovo rappresentante leghista alla Camera è Giancarlo Giorgetti, che prende il posto di Massimiliano Fedriga. Il vecchio rappresentante del carroccio è uno dei prediletti del leader Matteo Salvini. Le indiscrezioni rivelano che Fedriga, da 20 anni nelle fila della Lega, si presenterà alle regionali del Friuli Venezia Giulia per sfidare l’uscente presidente del Pd Deborah Seracchiani.

Giancarlo Giorgetti, anche lui braccio destro di Salvini, condivide in pieno e resta fermo, sul programma leghista: un atteggiamento diverso dell’Italia in Europa, il tema dell’immigrazione da dipanare attraverso una politica del rigore, sul piano fiscale una politica di incentivi fiscali al lavoro e alla produzione, una revisione della legge Fornero che secondo il carroccio ha creato solo ingiustizia sociale.

Partito Democratico

Per il centro sinistra il rappresentante eletto alla Camera è Graziano Delrio, l’uscente ministro dei trasporti.

A palazzo Madama invece è stato eletto Andrea Marcuri. Con questa scelta, Maurizio Martina, il reggente del partito, ha dichiarato che la scelta di questi nomi è un segnale rivolto all’unità del partito, “un segnale di squadra“, visto che l’intesa e l’affiatamento devono essere le parole chiave per il futuro del Pd.

Movimento 5 stelle

Per i pentastellati invece il rappresentante alla Camera è Giulia Grillo, al Senato invece è Danilo Toninelli. Alla riunione era presente anche il leader Di Maio che si è complimentato per la scelta raggiunta e il lavoro svolto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche