Uccide figlio, ex moglie e nuova compagna e si suicida
Uccide figlio, ex moglie e nuova compagna e si suicida
Esteri

Uccide figlio, ex moglie e nuova compagna e si suicida

omicidio

Era in lotta con l'ex moglie per l'affidamento del figlio di sei anni. James Shields li ha uccisi insieme alla nuova compagna e si è tolto la vita.

Un uomo di 39 anni ha radunato nella sua casa di New York l’ex moglie, il figlio di sei anni, la sua nuova compagna e li ha freddati con un colpo di pistola. Dopo il triplice omicidio, l’uomo si è tolto la vita. James Shields, fisioterapista, stava lottando per l’affidamento del bambino, che si era trasferito con la mamma in Olanda. Su Facebook scriveva spesso come la sua vita fosse perfetta ma che all’improvviso tutto si era rovinato.

Triplice omicidio e suicidio

Tragedia familiare nel Queens, a New York. “Ho avuto una vita perfetta qualche anno fa, ma ne ho perso il controllo e ho disperatamente bisogno di qualsiasi aiuto tu possa darmi” ha scritto qualche tempo fa su Facebook James Shields, un fisioterapista di 39 anni. L’uomo infatti aveva iniziato una raccolta fondi perché in lotta con l’ex moglie per l’affidamento del figlio di sei anni. La donna, dopo la separazione, si era infatti trasferita in Olanda e di fatto James vedeva il bambino circa un paio di settimane l’anno.

La 47enne Linda Olthof era tornata infatti proprio pochi giorni fa negli Stati Uniti, per far trascorrere al figlio qualche giorno con il padre.

Le vacanze però si sono trasformate in un dramma mortale. La sera di lunedì 30 luglio James ha invitato a casa il figlio con l’ex moglie. Nell’appartamento anche la nuova compagna del 39enne, Saskia. Le donne probabilmente pensavano che James volesse affrontare il problema dell’affidamento, ma l’uomo aveva in mentre tutt’altra cosa.

L’uomo infatti ha puntato un’arma contro il bambino e le due donne e dopo aver ucciso tutti si è tolto la vita. Nessuno sembra aver udito i colpi d’arma da fuoco, visto che l’allarme sarebbe stato lanciato da un vicino di casa che, mentre buttava la spazzatura, si è accorto dei corpi riversi in una pozza di sangue. Una volta giunti sul posto, gli inquirenti hanno trovato in casa decine di proiettili e un biglietto. “Ho avuto una vita perfetta e ora tutto è rovinato”, avrebbe scritto James prima del triplice omicidio e del successivo suicidio.

Dottor Jekyll e mister Hyde

Gli inquirenti stanno ancora cercando di capire quando è scattata la furia omicida e chi James Shields abbia colpito per primo. I corpi del figlio, dell’ex moglie e della nuova compagna del fisioterapista erano infatti tutti dentro una stanza. Solo il cadavere del 39enne è stato trovato vicino alla porta, con una ferita d’arma da fuoco al collo.

Su Facebook, James si lamentava spesso del fatto che la causa di divorzio stava “distruggendo” la sua attuale relazione e tutta la sua vita. Oltre a quelli familiari, infatti, la guerra per l’affidamento gli aveva creato diversi problemi finanziari. Nonostante questo, alcuni vicini di casa lo ricordano come “un uomo gioviale”.

“Era la persona più felice che abbia mai visto. Faceva un sacco di feste nel cortile sul retro” ricorda il vicino Steven Levine, come riporta il Nypost.com. Un altro vicino, Tony Bekan, lo paragona invece a Jekyll e Hyde, perché un minuto prima era “sorridente” e poco dopo “era sbronzo” facendo “baldoria fino alle 3 del mattino con lattine di birra ovunque e non lasciando dormire l’intero quartiere”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche