×

Uccide la figlia 19enne investendola con l’auto: non accettava il fidanzato

Ha ucciso la figlia, di soli 19 anni, investendola con l'auto perché non accettava il suo fidanzato.

Nigel Malt

Ha ucciso sua figlia, di soli 19 anni, investendola due volte con la sua auto. Nigel Malt, condannato all’ergastolo, non accettava il fidanzato della figlia. Il fatto è accaduto in Inghilterra. 

Uccide la figlia 19enne investendola con l’auto: non accettava il fidanzato

Nigel Malt, 45 anni, ha ucciso la figlia Lauren di 19 anni investendola due volte con la sua auto. L’uomo è stato condannato all’ergastolo, con una pena minima di 18 anni. Il delitto, avvenuto lo scorso gennaio a West Winch nel Norfolk, Inghilterra, è maturato per il fatto che l’uomo non accettava il fidanzato della ragazza. L’uomo aveva anche minacciato il fidanzato della figlia con un piede di porco.

La giovane era intervenuta per difenderlo, ma il padre l’ha investita con la macchina davanti alla casa in cui viveva con i due fratellini più piccoli. 

L’uomo si era dichiarato innocente

All’inizio l’uomo aveva dichiarato di essere innocente e aveva parlato di un incidente. La testimonianza della ex moglie, che parlava di violenza, lo ha inchiodato. La famiglia di Lauren ha scritto che era “una bellissima giovane donna amata da molti.

La sua vita le è stata tragicamente portata via in un modo orribile, per mano di suo padre, qualcuno che avrebbe dovuto amarla e proteggerla. Anche se nulla potrà mai compensare la sua perdita e il dolore che tutti stiamo provando, siamo molto grati che sia stata fatta giustizia e che sia stato emesso un verdetto di colpevolezza“.

Contents.media
Ultima ora