> > Uccise la mamma a coltellate: condannato 15enne

Uccise la mamma a coltellate: condannato 15enne

Valentina Giunta

Uccise la mamma a coltellate: condannato 15enne, il Gup del Tribunale di Catania ha inflitto la pena al termine di un processo con rito abbreviato

Uccise la mamma a coltellate: condannato 15enne di Catania: sedici  anni di carcere per il ragazzino che a luglio 2022  inflisse diversi fendenti alla schiena alla povera Valentina Giunta.

Ad emettere condanna il gup del Tribunale per i minorenni etneo in accoglimento della richiesta della Procura. Il 15enne era reo confesso dell’omicidio della madre, 32enne commesso in casa il 25 luglio del 2022

Uccise la mamma a coltellate: condannato 

Il minore è stato riconosciuto colpevole di omicidio aggravato alla fine di un processo celebrato col rito abbreviato. Valentina Giunta venne trovata morta a seguito di numerose coltellate al collo e alla schiena: il cadavere era a terra nella stanza da letto, nella casa in cui viveva con i suoi figli.

La confessione del figlio era arrivata in sede di convalida del fermo messo in atto dalla squadra mobile. La polizia era stata incaricata di agire dal sostituto procuratore Carla Santocono. Quel delitto orribile era maturato “in ambito familiare”. L’offender non aveva accettato la scelta della mamma di lasciare la casa e di allontanarsi col fratellino più piccolo. Valentina voleva andare via dal loro quartiere, San Cristoforo, e tenere se stessa ed i figlio lontani dalla famiglia dell’ex compagno, per il quale invece il 15enne nutriva una vera venerazione

La venerazione per il padre e il delitto

Il giovane “negli ultimi mesi viveva con la nonna paterna essendosi determinato a lasciare la casa della madre nonostante la stessa avesse mantenuto un atteggiamento protettivo verso il figlio, a fronte delle ostilità alimentate dalla famiglia del padre, detenuto da tempo per gravi reati, anche contro la persona”.