×

Ucciso in casa a Torino, fermato un presunto assassino del 25enne Mohammad Ibrahim

Novità sul ragazzo ucciso a Torino: emergono nuovi dettagli sulla morte di un ragazzo 25enne trovato senza vita in casa.

Ragazzo ucciso a Torino

Omicidio a Torino e nuovi sviluppi sul delitto di Mohammad Ibrahim, ragazzo di 25 anni ucciso in un appartamento tra martedì 8 e mercoledì 9 giugno 2021. Emergono in questo senso delle novità.

Ucciso ragazzo a Torino, fermato un sospettato 

Il personale di polizia avrebbe infatti fermato un connazionale del ragazzo. Le indagini dovranno chiarire il movente del delitto, cosa al momento non chiara. Vi sarebbero comunque diverse ipotesi a riguardo, tra queste quella di un debito non pagato per le celebrazioni di un matrimonio in Bangladesh. 

Ragazzo ucciso a Torino, la situazione 

La notizia è stata riportata da la Repubblica e parlerebbe anche di alcune difficoltà nel pagamento del prestito probabilmente causate dalla crisi del periodo di pandemia.  

Giunti sul luogo del delitto, i soccorritori non hanno però potuto fare nulla se non constatare il decesso del giovane.

Sul suo corpo il medico legale ha riscontrato una profonda ferita alla gola, probabilmente provocata da un’arma da taglio.

Ragazzo ucciso a Torino, le novità 

Il 25enne sarebbe stato colpito a morte con un coltello: a ritrovarlo il coinquilino dell’appartamento situato a corso Francia appena rientrato dal luogo di lavoro. Ibrahim lascia la moglie che si trova in Bangladesh e un figlio in arrivo. Sono in corso ulteriori indagini grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza della zona. 

Torino e non solo, un altro episodio  

Di recente si sono verificati altri omicidi in diverse zone d’Italia. Un duplice delitto ha scosso la comunità di Trevignano Romano dove un uomo di 34 anni, per motivazioni ancora non del tutto chiare, avrebbe ucciso la madre di 65 anni e una vicina di 76 anni: l’identità non è stata resa nota.

La terribile vicenda ha avuto luogo alle porte della capitale nei pressi del Lago Bracciano, è avvenuta nella tarda mattinata di domenica 6 giugno. Non sarebbero inoltre molte le informazioni circa questo duplice omicidio. Si sa tuttavia che l’autore del terribile gesto è Andrea Bocchini. Si tratta di un uomo di 34 anni disoccupato.

Bocchini ha alle spalle alcuni precedenti e avrebbe avuto in passato problemi anche con la tossicodipendenza. Dopo il delitto l’uomo avrebbe rubato un’autovettura e tentato la fuga. Durante il tragitto avrebbe investito alcuni ciclisti, anche se non ci sarebbero stati fortunatamente ulteriori conseguenze. 

Contents.media
Ultima ora