×

Ucraina, la centrale nucleare di Zaporizhzhia è di nuovo fuori controllo

La centrale nucleare di Zaporizhzhia, in Ucraina, viene controllata con enormi difficoltà a causa dell'occupazione russa.

La centrale nucleare di Zaporizhzhia

La centrale nucleare di Zaporizhzhia, in Ucraina, è dichiarata fuori controllo. Già durante i primi giorni dell’invasione russa sul territorio, con la relativa occupazione da parte delle truppe di Mosca, è stato interdetto l’accesso a tutte le autorità indipendenti. Inoltre, continuano ad essere violate di continuo le norme di sicurezza nucleare.

La centrale nucleare di Zaporizhzhia: l’allarme

Rafael Grossi, direttore generale dell’Agenzia Internazionale per l’energia atomica, ha lanciato ufficialmente l’allarme. La centrale nucleare di Zaporizhzhia è stata definita “fuori controllo”. Il motivo è relativo al fatto che esista una lista di cose che non dovrebbero accadere, all’interno di un impianto nucleare, e questa situazione invece è molto precaria.

“Ogni principio di sicurezza nucleare è stato violato, perciò non possiamo permetterci che tutto qusto continui ancora” dice Grossi all’Ap, ricordando a tutti che la posta in gioco è molto alta.

Un fatto da non sottovalutare.

La centrale è ancora controllata e gestita dai tecnici ucraini ma, sotto l’occupazione russa, tutto viene reso di gran lunga più difficile. Grossi ha spiegato che sono stati segnalati diversi malfunzionamenti sulle linee di comunicazione, le quali si sono rivelate non sempre funzionanti: un aspetto potenzialmente catastrofico per un impianto simile.

Il rischio di un incidente nucleare

L’American Institute for Study of War ha espresso il parere secondo cui la Russia starebbe sfruttando la situazione della centrale nucleare di Zaporizhzhia per far leva sui timori dell’Occidente.

I soldati russi, intorno alla centrale nucleare, avrebbero aperto il fuoco nelle ultime settimane, mettendo l’Ucraina in una posizione molto pericolosa. Rispondere con le armi, infatti, significherebbe rischiare un incidente nucleare. L’alternativa è quella di subire i bombardamenti sulle loro posizioni.

La ragione per cui Grossi ha lanciato un appello urgente a Russa e Ucraina ha una valenza importante. La richesta è consentire agli esperti dell’Aiea, in tempi rapidi, di visitare il complesso per prendere atto della situazione e stabilizzarla, così da aggirare un incidente nucleare.

Contents.media
Ultima ora