×

Ucraina, la tragedia dei bambini uccisi in guerra: almeno 16 i deceduti finora

Stando al bilancio del governo ucraino sono circa 352 i civili uccisi nello scontro con la Russia, tra cui 16 bambini.

Ucraina, 16 bambini uccisi nella guerra con la Russia: da Polina morta in auto ad Alisa

Sappiamo da sempre che il termine guerra è accompagnato dagli aggettivi violenta, crudele e senza pietà. Basti pensare ai bimbi che hanno perso la vita nello scontro tra l’Ucraina e la Russia.

L’orrore della guerra tra Ucraina e Russia: almeno 16 i bimbi morti, tra cui Polina

Stando all’ultimo bilancio del Governo ucraino sono stati 352 i civili rimasti uccisi dall’invasione russa, tra cui purtroppo 16 i bambini colpiti dalle bombe o dai proiettili. Tra questi 16 c’è Polina, una bambina di soli 10 anni, che si mostrava molto di grande della sua età, tanto che i genitori le avevano dato il permesso di tingere due ciocche dei suoi capelli di rosa. La piccola è stata uccisa insieme a sua madre e suo padre nel tentativo di scappare da Kiev in macchina.

Salvi però suo fratello e sua sorella, trasportati in ospedale e al momento in terapia intensiva: le loro condizioni sono gravissime.

Zelensky: 16 i bambini morti, altri 45 i feriti

Dunque, 16 i bambini uccisi, altri 45 i feriti, come viene riportato dal premier Zelensky:

“Gli ucraini hanno mostrato al mondo chi siamo realmente. La Russia ha mostrato in cosa si è trasformata”.

Nel frattempo, un medico mostra in lacrime ai fotografi una foto, nella quale lo si vede impegnato nel cercare di salvare la vita a una bambina di 6 anni, rimasta ferita durante il bombardamento della sua casa a Mariupol. “Mostrate questo a Putin“, urla l’uomo. Fuori dall’ambulanza, la mamma singhiozza, odorando la sciarpa rosa della sua piccola, l’unica cosa che le è rimasta.

A perdere la vita anche Alisa Hlans, di soli sette anni, vittima dei bombardamenti della città di Okhtyrka, al confine nord-orientale dell’Ucraina.

Una scheggia l’ha ferita quando la bomba ha colpito la sua scuola.

L’allarme di Save The Children

Il numero dei piccoli che perdono la vita in guerra aumenta di giorno in giorno, di ora in ora. A lanciare l’allarme è Save the Children che sottolinea quello che è il diritto all’istruzione negato a causa della guerra.

“Dal 2014, 750 scuole sono state distrutte, danneggiate o costrette a chiudere a causa del conflitto nell’Ucraina Orientale, interrompendo l’accesso all’istruzione per migliaia di bambini. Nella parte est del Paese, le scuole sono state chiuse il 21 febbraio con l’intensificarsi delle ostilità, lasciando circa 350.000 bambini senza accesso all’istruzione”.

Contents.media
Ultima ora