×

Ucraina, Razzi in Romania per portare aiuti umanitari: “Non posso entrare a Kiev. Sono nella black list”

Antonio Razzi è partito per l'Ucraina a bordo di un pullman per portare aiuti. Non è tuttavia riuscito ad entrare in quanto nella lista nera di Zelensky.

Razzi Romania

L’ex senatore Antonio Razzi è partito a bordo di un pullman di un’organizzazione per portare degli aiuti umanitari. Non è tuttavia riuscito ad entrare in Ucraina e si è fermato in Romania e precisamente a Siret, non molto lontano dal confine.

Razzi – riporta AGI – ha spiegato che non può avanzare in direzione di Kiev in quanto è stato inserito nella lista nera di Zelensky: “Non mi importa se mi vogliono male”, ha dichiarato a tale proposito.

Razzi va in Romania per portare aiuti umanitari

Razzi parlando del perchè sia stato inserito nella black list ucraina ha spiegato: “Anni fa sono andato a controllare le votazioni regionali svolte nel paese e sono stato inserito nella black list, per cui ho il divieto di tornarci.

Non voglio mica farmi arrestare! E quindi resto qui, in Romania”.

Razzi: “Abbiamo portato tanta roba da mangiare”

Nel corso della sua riflessione si è detto comunque orgoglioso della decisione di portare aiuti a sostegno dell’Ucraina. Con lui, si apprende sempre da AGI, si è unito anche l’ex pugile Patrizio Oliva: “Non mi importa se mi vogliono male, Zelensky e gli altri, io gli voglio bene. Per questo con i due pullman abbiamo trasportato tanta roba da mangiare”.

Ha infine aggiunto: “In tutto siamo nove, ci tenevamo a portare aiuti agli ucraini”.

Contents.media
Ultima ora