×

Ucraina, Zelensky smentisce Mosca: “Sono a Kiev, sono a lavoro. Non sono scappato”

Il presidente Zelensky ha condiviso un video per smentire Mosca e per rassicurare la popolazione ucraina, ribadendo di trovarsi a Kiev.

ucraina Zelensky

Il presidente Volodymyr Zelensky ha diffuso un video sul il suo account Instagram attraverso il quale ha ribadito di trovarsi a Kiev e di essere determinato a lottare contro i russi insieme al suo popolo.

Ucraina, Zelensky smentisce Mosca: “Sono a Kiev, sono a lavoro. Non sono scappato”

Nella tarda serata di venerdì 4 marzo, il presidente Volodymyr Zelensky ha condiviso un video sul suo account Instagram ufficiale. Nel video, di circa trenta secondi, il presidente ucraino ha voluto rassicurare la popolazione, confermando di trovarsi a Kiev e di essere al lavoro al fine di concludere quanto prima il conflitto armato che sta dilaniando il Paese a seguito dell’invasione delle truppe russe, cominciata lo scorso 24 febbraio.

Nel video, quindi, Zelensky ha dichiarato: “Sono a Kyiv, sono al mio posto di lavoro.

Nessuno è scappato da nessuna parte”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Володимир Зеленський (@zelenskiy_official)

Mosca, la fake news sulla fuga del presidente dal Paese in guerra

Il video del presidente ucraino è stato pubblicato per smentire alcune voci false messe in circolo da Mosca.

Nella giornata di venerdì 4 marzo, infatti, il Cremlino aveva svelato la fuga di Zelensky da Kiev e aveva asserito che il presidente si fosse rifugiato in Polonia.

Prima della distribuzione del filmato su Instagram, a smentire la fake news pubblicizzata da Mosca, era intervenuto il canale televisivo ufficiale del Parlamento ucraino “Rada” che, su Telegram, ha scritto e fatto circolare il seguente messaggio: “Gli occupanti hanno diffuso un’altra fake news dicendo che il presidente Volodymyr Zelensky ha lasciato il Paese.

Non è vero, il presidente è a Kiev con la sua gente”.

Zelensky: “Decisione NATO di non istituire una no-fly zone in Ucraina dà via libera ai bombardamenti”

Dopo aver rassicurato i cittadini sulla sua permanenza a Kiev, il presidente Zelensky ha postato anche un altro video volto a criticare la negligenza della NATO e il suo rifiuto “deliberato” rispetto alla necessità di istituire una no-fly zone in Ucraina. Una simile misura, infatti, consentirebbe al Paese di fronteggiare con maggiore efficacia l’invasione dell’armata russa.

A questo proposito, Zelensky ha dichiarato: “Oggi la dirigenza dell’alleanza atlantica ha dato il via libera per continuare a bombardare città e villaggi ucraini, rifiutandosi di istituire una no-fly zone”.

La drammatica e dolorosa constatazione del presidente ucraino è stata riportata sul portale Kyiv Independent.

Contents.media
Ultima ora