UE, dibattito sul patto di stabilità - Notizie.it
UE, dibattito sul patto di stabilità
Economia

UE, dibattito sul patto di stabilità

Unione Europea

Trattative in corso per la definizione delle linee guida che dovranno garantire l’allineamento economico degli Stati Membri dell’Unione Europea. Entro dicembre, il Presidente UE Herman Van Rompuy dovrà presentare una relazione sulle eventuali rettifiche da apporre al Trattato di Lisbona, al fine di raggiungere una stesura definitiva del patto di stabilità e crescita, da varare prima di giugno 2011.

Drastica la posizione del cancelliere tedesco Angela Merkel, fautrice, sin dalle prime battute, di una linea di sanzioni ferree agli Stati Membri con gravi deficit di bilancio, inclusa la possibilità di sospendere il diritto di voto in seno al Consiglio Europeo. Il presidente francese Nicolas Sarkozy si è dichiarato dello stesso avviso.

La proposta è stata momentaneamente accantonata, nonostante la Merkel abbia più volte sostenuto che sia proprio il Trattato di Lisbona a prevedere la sospensione del voto in casi particolari. Il presidente della Commissione Europea, Josè Manuel Barroso, ha bollato la proposta come “inaccettabile”.

In corso di definizione il piano di sostegno per le economie in crisi: dovrà dar vita a un fondo permanente di emergenza, sul modello di quello che ha tamponato la crisi greca.

In merito all’aumento del 5,9% dei contributi nazionali proposta dall’Europarlamento, 11 Stati membri hanno espresso la propria perplessità, redigendo una dichiarazione congiunta dalla quale si evince che tali contributi non sarebbero sostenibili oltre una soglia di incremento del 2.91%. Il documento è stato sottoscritto da Gran Bretagna, Francia, Germania, Olanda, Svezia, Repubblica Ceca, Danimarca, Austria, Finlandia, Slovenia e Estonia.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche