×

UK, chirurgo radiato dall’ordine dei medici per aver inciso le sue iniziali sul fegato di un paziente

Nel Regno Unito, il chirurgo Simon Bramhall è stato radiato per aver inciso le sue iniziali sul fegato di un paziente: la decisione dell’Mpts.

uk

Nel Regno Unito, il medico Simon Bramhall è stato radiato per aver inciso le sue iniziali sul fegato di due pazienti: la decisione è stata annunciata dal tribunale inglese.

UK, chirurgo radiato dall’ordine dei medici per aver inciso le sue iniziali sul fegato di un paziente

Il chirurgo Simon Bramhall è stato radiato dall’ordine dei medici dopo essere diventato noto alla cronaca nazionale e internazionale per aver inciso le proprie iniziali sul due pazienti. La decisione è stata presa dal Servizio del tribunale dei medici professionisti (Mpts), che ha descritto il comportamento del chirurgo come un “atto nato da un grado di arroganza professionale che ha minato la fiducia del pubblico nella professione medica”.

UK, chirurgo radiato per aver inciso le iniziali sul fegato di un paziente: la decisione dell’Mpts

Il chirurgo Simon Bramhall, quindi, nonostante abbia fornito cure mediche fondamentali e non abbia provocato danni fisici ai pazienti, è stato condannato per aver inciso le sue iniziali sul almeno due fegati, di circa 4 centimetri di grandezza. Come riferito dall’Mpts, il fatto costituisce una “grave violazione della dignità e dell’autonomia dei suoi pazienti, scossi emotivamente”.

In seguito alla decisione del servizio inglese che si occupa di controversie ed errori in campo medico che ha ordinato la radiazione dall’ordine dei medici con effetto immediato, il chirurgo Bramhall ha a disposizione 28 giorni di tempo per appellarsi alla sentenza del tribunale.

UK, chirurgo radiato per aver inciso le iniziali sul fegato di un paziente: la storia di Simon Bramhall

I fatti che hanno portato alla radiazione dall’ordine dei medici con effetto immediato di Simon Bramhall risalgono ai mesi di febbraio e di agosto 2013, quando il chirurgo era in servizio presso l’ospedale Queen Elizabeth di Birmingham. Nello specifico, le incisioni vennero scoperte da un collega dell’uomo che, a distanza di una settimana da un trapianto di fegato effettuato da Bramhall, dovette intervenire nuovamente su uno dei due pazienti coinvolti nella vicenda in quanto il trapianto non era andato a buon fine.

Simon Bramhall, infine, rassegnò le dimissioni nel 2014 e, presentandosi dinanzi alla Birmingham Crown Court nel dicembre 2017, si dichiarò colpevole per le due accuse di aggressione che pendevano a suo carico. Nel 2018, il chirurgo è stato condannato al pagamento di una sanzione pari a circa 12 mila euro.

Al 2020, risale la sospensione dalla professione per un periodo di 5 mesi mentre, a giugno 2021, si è tenuta un’udienza di revisione che ha ripristinato l’idoneità alla pratica di Bramhall e ha revocato la sospensione.

La decisione di sospensione era stata invocata anche dal Consiglio Medico Generale (GMC) e un giudice afferente all’Alta Corte aveva annullato la multa. Ciononostante, l’Mpts si è infine espresso a favore della radiazione di Simon Bramhall dall’ordine dei medici.

Contents.media
Ultima ora