> > Ultimo pentito della sfuriata contro i giornalisti: "Una scelta istintiva"

Ultimo pentito della sfuriata contro i giornalisti: "Una scelta istintiva"

Ultimo pentito sfuriata giornalisti

Ultimo si è pentito della sfuriata contro i giornalisti dopo il Festival di Sanremo 2019.

In vista della sua partecipazione al Festival di Sanremo 2023, Ultimo è tornato a parlare della sfuriata contro i giornalisti in sala stampa del 2019.

Il cantante si è detto pentito di quanto accaduto. 

Ultimo pentito della sfuriata contro i giornalisti

Dopo qualche anno di assenza, Ultimo torna in gara al Festival di Sanremo 2023. L’ultima volta che ha partecipato, correva l’anno 2019, l’artista romano è arrivato al secondo posto con il brano I tuoi particolari. A vincere è stato Mahmood, con il brano Soldi. Durante la conferenza stampa, il cantante si è lasciato andare ad una sfuriata contro i giornalisti: 

“Sono contento per il ragazzo… Mahmood. Sì ragazzo, quanti anni c’ha? Sai perché non ve va ben? E parlo con te…perché voi avete questa settimana per sentirvi importanti. E voi dovete sempre rompe er ca**o”. 

Ad oggi, Ultimo si è detto pentito della sua alzata di testa. 

Il pentimento di Ultimo

Intervistato dal Corriere della Sera, in merito alla sfuriata contro i giornalisti, ha dichiatato: 

“Spero che il mio ritorno sia la risposta più chiara che possa dare. Non ho chiesto scusa in maniera diretta, perché non sono né pentito né fiero. Ho accettato ciò che ho fatto nel bene e nel male perché mi ha portato qui oggi. Ci sono dovuto passare attraverso e ne sono uscito cambiato”. 

Ultimo ha chiesto scusa a modo suo e, anche se ha sottolineato di non essere pentito, dalle sue parole si coglie tutt’altro. 

Ultimo al Festival di Sanremo 2023

Dal suo ritorno a Sanremo 2023, Ultimo si aspetta tante cose. Ha ammesso: 

“A Sanremo si vince in tanti modi, ma l’importante per me è far arrivare a più persone possibili questa canzone. Torno al Festival con consapevolezza e con voglia. La mia è stata una scelta istintiva ma allo stesso tempo hanno influito anche i ragionamenti sull’età, sui 26 anni: non è che se fai gli stadi devi dimenticarti certe cose. Sono proprio partito da quel palco e voglio chiudere il cerchio con Sanremo in modo diverso”.