> > Umberto Bossi fuori dal Parlamento dopo 35 anni: il "Senatur" non è stato ri...

Umberto Bossi fuori dal Parlamento dopo 35 anni: il "Senatur" non è stato rieletto

Umberto Bossi

Umberto Bossi fuori dal Parlamento, Cecchetti: "mi sembra strano per i numeri di rappresentanza, ma dobbiamo verificare, comunque di ufficiale non c'è nulla"

Che piaccia o o meno a cadere è un mito: Umberto Bossi è fuori dal Parlamento dopo 35 anni e il “Senatur” non è stato rieletto.

Il meccanismo infido del “flipper” scalza via il fondatore della Lega in carica dal lontano 1987. Bossi venne eletto quell’anno in Senato e da allora è stato un inquilino fisso del centro di potere di quella Roma che voleva mettere ai margini.

Umberto Bossi fuori dal Parlamento

Ma perché Bossi è fuori? I media spiegano che il fondatore della Lega Nord era primo nella lista proporzionale per la Camera a Varese. Lì però il partito fondato da Bossi non ha ottenuto alcun seggio.

Dal canto suo Matteo Salvini si è detto pronto a portare avanti la candidatura de “Senatùr” a senatore a vita. Fabrizio Cecchetti, capogruppo lombardo della Lega, ha spiegato un po’ meglio come sia andata: “È il famoso flipper, mi sembra strano per i numeri di rappresentanza, ma dobbiamo verificare. Comunque di ufficiale non c’è nulla, solo martedì sapremo”.

La proposta di Matteo Salvini

Allo stato dell’arte Umberto Bossi risulta non eletto, questo mentre in Lombardia entrano lo stesso Cecchetti, Bordonali, Ravetto, Comaroli e Zoffili.

E Matteo Salvini, che con i leghisti della prima ora deve anche farci i conti per la parte che non lo vorrebbe più segretario, ha proposto “Bossi senatore a vita. Sarebbe il giusto riconoscimento dopo 35 anni al servizio della Lega e del Paese“. E in chiosa: “Porterò avanti personalmente questa proposta, sicuramente con l’appoggio non solo della Lega ma di tantissimi italiani“.