×

Umberto Tozzi: ‘Vi racconto la mia esperienza a Medjugorje’

Il cantante Umberto Tozzi è rimasto affascinato dalla sua esperienza a Medjugorje e ha deciso di raccontare la sua testimonianza in merito. Ecco le sue parole.

default featured image 3 1200x900 768x576

Umberto Tozzi è sicuramente uno dei cantanti italiani maggiormente apprezzati degli anni 90. I suoi successi continuano ad essere suonati e cantati oggi. Chiunque si ricorda i versi dei suoi brani. Ha anche venduto tantissimo a livello commerciale, con più di 80 milioni di dischi.

Inoltre, Gloria, la sua canzone simbolo, è diventata un vero e proprio evergreen sia in Italia che all’estero. Un brano che tutti ricordano ancora oggi e che amano.

Per quanto riguarda il punto di vista musicale, la carriera di Tozzi ha subito alcuni punti di arresto e delle pause, dal punto di vista umano è cambiato qualcosa nella sua vita e nel suo approccio alle cose e agli eventi che vive.

Il cambiamento è avvenuto in lui grazie a un pellegrinaggio fatto in un luogo di culto come Medjugorje che ha raccontato al sito Raggi di Luce.

Alla domanda del giornalista su cosa abbia provato trovandosi in un luogo di culto come quello, il cantante dice di aver trovato ”Un senso di pace e serenità che non avevo mai provato prima e che mi ha avvicinato molto alla fede”. Il pellegrinaggio, la visita a un luogo spirituale e religioso come Medjugorje ha avuto in lui un cambiamento importante e lo ha scombussolato.

Il pellegrinaggio a Medjugorje

Il giornalista gli domanda cosa abbia provato, cosa sente ora dentro di lui, nel suo cuore, cosa ha provato e il cantante dice che ora “Mi sento migliore, più sincero, più libero”. Grazie a questo nuovo approccio, ha capito di dover ringraziare Dio per il suo talento musicale. Afferma che per molto tempo si è chiesto come facesse a comporre melodie, pur non avendo le basi e le conoscenze per poterlo fare.

Tozzi non ha mai studiato musica e si chiedeva come fosse possibile riuscire a fare tutto ciò. Ha sempre pensato fosse un dono di Dio e ora dopo il pellegrinaggio e l’esperienza fatta a Medjugorje, sa che si tratta proprio di questo. Dio gli ha dato questo dono e non vuole assolutamente sprecarlo.

Il pellegrinaggio a Medjugorje è stato importante per lui e lo è anche per tantissime altre persone che ogni anno si recano in questo luogo. La vicinanza, l’esperienza di vivere un fatto del genere permette a tutti di avvicinarsi con maggiore fiducia alla fede. Lo stesso Tozzi invita le persone ad andare in questo luogo. Vorrebbe nuovamente ritornarci per vivere quel senso di pace e di serenità provata e per avvicinarsi ulteriormente a Dio.

Oltre a Tozzi, anche Paolo Brosio è rimasto tantissimo affascinato da un luogo di culto, come Medjugorje e ne è tornato completamente trasformato e cambiato nel cuore, nell’anima e nello spirito.

Contents.media
Ultima ora