×

Un altro “sofagate” per Ursula Von der Leyen: il ministro dell’Uganda la ignora nelle strette di mano

Il ministro degli esteri dell'Uganda saluta solo Macron e Michel e ignora la Von der Leyen . Interviene il Presidente francese nell'imbarazzo generale

von der leyen uganda

Un nuovo “sofagate” ma senza divano ha di nuovo come protagonista la presidente Ursula von der Leyen ma anche tutte le donne dell’istituzione che rappresenta. Il ministro degli esteri dell’Uganda le passa davanti e la ignora.

Il ministro degli esteri dell’Uganda ignora Ursula von der Leyen

Ci risiamo. Un nuovo “sofagate” ha come involontaria protagonista la Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

Un “sofagate” questa volta senza divano ma poco importa. Lo sgarbo istituzionale verso la Presidente della Commissione Europea, verso l’istituzione che rappresenta ma anche indirettamente verso le donne in generale sembra somigliare fin troppo a quanto avvenuto il 12 aprile scorso ad Ankara.

Un sofagate senza sofa ma il risultato è lo stesso

Se in quell’occasione la Von der Leyen era stata relegata in un divano dal presidente turco Erdogan – lontanto ben 3 metri dalle classiche sedie di meeting riservate alla conversazione con il Presidente il Presidente del Consiglio Ue Charles Michel – durante l’arrivo al summit Ue-Africa a Bruxelles, il ministro degli esteri ugandese Odongo Jeje è passato davanti alla presidente della Commissione europea senza salutarla e rivolgendosi esclusivamente a Michel e Macron.

Macron interviene nell’imbarazzo generale

Nell’imbarazzo generale, nel video che ovviamente sta facendo il giro del mondo, si vede Macron che fa un cenno al ministro ugandese verso la Von der Leyen. Cercando di non comportarsi come il presidente Michel che non era di fatto intervenuto mentre avveniva l’incidente diplomatico ad Ankara.

A quel punto il Odongo Jeje si è rivolto verso la presidente della Commissione europea scambiando però solo un cordiale saluto verbale.

Il tutto è avvenuto durante l’incontro di giovedì 17 febbraio ma il video sta rimbalzando solo ora sui social di tutto il mondo dopo la pubblicazione su twitteer di ieri da parte della Reuters.

Il commento di Isabella Tovaglieri e Laura Boldrini

Un primo commento è giunto dall’europarlamentare della Lega Isabella Tovaglieri:

“Guardate qua” ha affermato condividendo il video su twitter “c’è poco da sorridere! Sono bastati 60 secondi al ministro ugandese Odongo e al presidente del Consiglio UE Michel per umiliare donne e istituzioni europee!”.

Da poco è arrivato anche quello di Laura Boldrini, sempre sui sociale:

“Ignorare una figura istituzionale perché donna è un grave atto di sessismo. Il ministro ugandese Odongo, non stringendo la mano a von der Leyen, qualifica se stesso e il regime di Museveni. Dopo il Sofagate di Erdogan, un altro brutto episodio in presenza di Charles Michel”.

Contents.media
Ultima ora