×

Un funerale per Amy

default featured image 3 1200x900 768x576

bloglive 85b7e8cee37ecdb8b29e05563009fe03 300x195
Si è svolto a una ventina di chilometri da Londra la cerimonia funerea della cantante Amy Winehouse con circa duecento persone.

E’ stato un funerale con pochi presenti, diciamo intimo, con rito ebraico. Le ceneri della giovane artista saranno unite a quelle della nonna Cynthia con la quale era legatissima fino a quando se n’è andata nel 2006. Continuano i racconti sulle possibili cause della morte di Amy e vanno dalla causa naturale fino all’eccesso, in ogni senso. Dicono che abbia suonato il bongo per un paio d’ore prima di spirare e che prima avesse fatto una spesa droghereccia.

I parenti sono addolorati, così come il fidanzato Reg Traviss. Il mondo in ansia per l’autopsia, mentre le vendite degli unici due album sono schizzate alle stelle, come se il referto potesse donare la pace a chi ne era fan e l’adorava come una dea. Qualche giorno fa si è chiuso il Lucca Summer Festival e lei avrebbe dovuto suonarci il 16 luglio, chissà quei fans che strepitavano con il biglietto in mano che hanno visto cancellare la data e poi morire.

Speriamo che nessuno lo metta all’asta ma lo conservi come un cimelio. Dicono anche che avesse in mente questa storia della morte a ventisette anni. Insomma si dicono un sacco di cose aspettando l’autopsia…

Andrea Paolucci è l'autore di WUH! - Gorilla Sapiens Edizioni http://www.gorillasapiensedizioni.com/libri/wuh


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Andrea Paolucci

Andrea Paolucci è l'autore di WUH! - Gorilla Sapiens Edizioni http://www.gorillasapiensedizioni.com/libri/wuh

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora