×

“Un paese normale?”, di Andrea Mammone, Nicola Tranfaglia e Giuseppe A. Veltri

default featured image 3 1200x900 768x576

88 6620 2171Un paese normale?

Gran bella domanda.

La tentazione sarebbe quella di rispondere affermativamente; la crisi economica e di valori che, da anni, affligge il Belpaese sembrerebbe maturare di pari passo con quella globale. Tuttavia il fatto di accettare un simile evento come semplice dato di fatto costituirebbe un errore tanto grave quanto grossolano, come confermano gli scrittori e studiosi Andrea Mammone, Nicola Tranfaglia e Giuseppe A. Veltri all’interno della loro pubblicazione “Un paese normale?” (Baldini Castoldi Dalai editore, 2011).

Apertura alla “società civile”

Non bisogna tuttavia confondere il loro scritto con le consuete, e spesso demagogiche, discussioni su un generico malessere nazionale unicamente imputabile alla figura di Silvio Berlusconi. Il loro intento, al contrario, è quello di scavare ancora più a fondo, forti della convinzione che un simile stato di crisi non possa derivare da un’unica causa. Secondo i tre autori è infatti indispensabile riuscire ad ampliare il proprio campo visivo, abbattendo convinzioni, ideologie e concetti per aprirsi a quella che loro definiscono “società civile”.

E ci riescono; il libro è prodigo di analisi attente e specifiche, figlie di studi rigorosi, scientificamente e statisticamente dimostrabili.

I contenuti

Oltre agli argomenti sovra citati, “Un paese normale?” affronta con piglio battagliero questioni delicate come le mafie, il clientelismo, il razzismo, le banche, il capitalismo, il federalismo, l’incompiutezza dei partiti, le lacune della politica amministrativa, la Chiesa, il Meridione e la crisi della politica e delle élite dirigenti. Il libro raccoglie inoltre le riflessioni di intellettuali, saggisti e studiosi italiani e stranieri sull’Italia contemporanea e i suoi problemi.

Pubblico

Diversamente da quanto si potrebbe arguire esaminandone i contenuti, “Un paese normale?” si propone di raggiungere un pubblico vasto e diversificato, con l’intento di spargere il “seme dell’informazione” un po’ ovunque, e non, come spesso accade, unicamente presso i più eruditi; il linguaggio è semplice e intuitivo, gli argomenti presentati in modo chiaro ed esaustivo. Originariamente pubblicato in lingua inglese, il libro era stato elogiato da riviste prestigiose come “Foreign Affairs” e “The New Yorker”, a riprova del suo alto valore nozionistico e comunicativo.

Gli autori

Andrea Mammone – Storico e insegnante presso la Kingston University di Londra, ha scritto di fenomeni transnazionali, fascismo e neofascismo europeo, memoria collettiva e di storia e politica italiana. Vive a Londra, da dove è anche commentatore di fatti politici per Al Jazeera e altri media internazionali.

Nicola Tranfaglia – Professore emerito di Storia dell’Europa e del Giornalismo nell’Università di Torino, è stato anche Deputato della Repubblica. È docente di Storia del giornalismo presso l’Università LUMSA. È un attivissimo analista politico.

Giuseppe A. Veltri – Scienziato sociale e ricercatore presso il JRC della Commissione Europea, si occupa di psicologia sociale applicata ai comportamenti economici, alla percezione dei rischi e alla vita politica. Ha curato, con Andrea Mammone, “Italy Today. The Sick Man of Europe” (Routledge, 2010). Collabora con riviste e giornali italiani e stranieri.

Filippo Munaro


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora