×

Un ponte a due piani in Cina, è il surreale “Ruyi Bridge” e molti credevano fosse un fake

Un ponte a due piani in Cina, è il “Ruyi Bridge” e molti credevano fosse una bufala web fino a quando i fact checker di Snopes non hanno detto che è vero

Il ponte Ruyi per molti era una "bufala web"

Un ponte a due piani in Cina, è il surreale “Ruyi Bridge” che molti credevano fosse un fake. Si è dovuto mobilitare perfino il notissimo sito di Fact-checking Snopes per certificare che si, quella meraviglia esiste davvero e non è il prodotto di qualche fantasioso visitatore del web.

In effetti il dubbio ci stava tutto, a vedere quella struttura dalle linee sinuose, fantascientifiche e surreali, tanto da entrare nel novero dei ponti leggendaridel mondo. Soprattutto a considerare in maniera mainstrem come sia stata possibile la sua realizzazione. E Snopes, che da sempre smaschera bufale, ha dovuto capitolare: il ponte Ruyi è vero e che si, “quel ponte esiste”. 

Un ponte a due piani in Cina, il Ruyi “fatto di vetro”

Ma di cosa parliamo? Il ponte Ruyi, nella valle che circonda la città cinese di Taizhou, è lungo 100 metri. Attenzione, l’opera è costruita per buona parte in vetro. Quesye le sue caratteristiche salienti, che rendono quel ponte un vero unicum planetario. Di esser quella è che il ponte ha le tre piattaforme e scalinate ondulate che si intersecano tra loro, sospese su un baratro di 140 metri. Poi il vetro come materiale di utilizzo massivo e infine il suo suggestivo nome che prende ispirazione da una forma unica.

Si chiama “Ruyi Bridge” perché è stato progettato per assomigliare dall’alto a un ruyi. 

Chi lo ha progettato e quanti lo hanno già visitato

Si tratta di un oggetto decorativo curvo che funge da scettro cerimoniale e che simboleggia il potere e la fortuna nel folklore cinese. Il ponte è stato progettato da He Yunchang, un esperto di strutture in acciaio che è stato coinvolto pure nella progettazione del celebre “Nido d’uccello“, cioè lo Stadio nazionale di Pechino. Il progetto è rientrato nel novero delle grandi opere per sconfiggere lo stop al Pil del 2020.  E quella struttura ha segnato un successo straordinario in termini di visite. Dalla sua apertura infatti, a settembre del 2020, il ponte Ruyi è stato visitato da più di 200mila persone, Persone che ne hanno decretato il successo come una delle maggiori attrazioni della zona.

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Giampiero Casoni

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora