×

Un thailandese ha vissuto 21 anni con il cadavere della moglie in casa

Ne aveva denunciato il decesso nel 2001 ma non l'aveva mai seppellita: un thailandese ha vissuto 21 anni con il cadavere della moglie in casa

Charn Janwatchakal

Un matrimonio che voleva sconfiggere l’ineluttabile ed un thailandese che ha vissuto 21 anni con il cadavere della moglie in casa. Il 72enne di Bangok Charn Janwatchakal ha definito la sua una “scelta di amore eterno”. In questi giorni però l’uomo, come spiegano i media, ha deciso di “lasciare” per sempre la coniuge e di farlo dopo 21 anni.

A riportare la curiosa notizie il Mirror, secondo cui Charn ha finalmente deciso di farla cremare con l’aiuto della Phet Kasem Bangkok Foundation. Il cadavere della moglie di Charn era all’interno di una bara all’interno dell’abitazione del marito, una casupola in cemento senza servizi. 

Ha vissuto 21 anni con il cadavere della moglie 

E The Straits Times riporta come l’uomo parlasse “al corpo di sua moglie come se fosse ancora viva”.

Attenzione: Charn ha registrato la morte della moglie nel 2001 ma ha comunque continuato a comportarsi con le sue spoglie come se la donna fosse ancora viva. Insomma, l’uomo non è imputabile per occultamento di cadavere, al più per qualche violazione di norme igienico-sanitarie. Sempre i media spiegano che un dirigente della Phet Kasem Bangkok Foundation aveva fatto visita al 72enne, reduce da un incidente motociclistico, per due mesi portandogli cibo e acqua. 

La confidenza e il si alla cremazione

E dopo che Charn si era confidato con lui era emersa la storia del cadavere della moglie in casa. Alla fine Charn ha acconsentito ad una cerimonia di cremazione. L’uomo non è affatto uno sprovveduto ma una persona dotata di una sua profonda spiritualità  ed ai media ha raccontato di aver conseguito diversi diplomi universitari, tra cui quello presso la Facoltà di Farmacia dell’Università Chulalongkorn.

Contents.media
Ultima ora