×

Una selezione delle migliori carte prepagate con Iban italiano

Le carte prepagate con Iban assicurano la praticità tipica di una carta prepagata con tutti i benefici di un conto corrente.

carte prepagate: migliori

La diffusione delle carte prepagate con Iban, conosciute anche con il nome di carte di debito con Iban, è sempre più consistente. I motivi sono numerosi, e hanno a che fare con i tanti vantaggi che derivano dall’uso di queste carte, che permettono tra l’altro di fare shopping online, di ricevere bonifici e di farsi accreditare lo stipendio. Una carta con Iban funziona nello stesso modo di un Iban di qualunque conto bancario. Gli Iban, infatti, sono tutti uguali, sia in termini di lunghezza che dal punto di vista del formato. Le proposte a disposizione in Rete sono numerose, e diventa importante capire come prendere la decisione giusta e compiere la scelta migliore.

Carta prepagata con Iban: come funziona

Denominate anche carte conto, le carte prepagate con Iban stanno ottenendo un notevole successo e sono molto richieste, sia per la loro convenienza, sia per la facilità di utilizzo che le contraddistingue. Si tratta, in effetti, di strumenti di pagamento molto comodi, perché assicurano la praticità tipica di una carta prepagata, vale a dire ricaricabile, e in più garantiscono tutti i benefici di un conto corrente. Certo, il conto corrente ha un costo più elevato, ed è per questo che in genere è più conveniente optare per una carta prepagata con Iban. Dal punto di vista pratico, una carta di questo tipo è plastificata e riporta il codice Iban; può essere usata in tante modalità differenti, come si è già accennato. Vi si può ricorrere, per esempio, per fare acquisti in un negozio fisico oltre che online. Inoltre, la carta prepagata con Iban può essere impiegata come un conto corrente vero e proprio, dal momento che permette di inviare bonifici e di riceverli.

Perché usare le carte prepagate con Iban

Queste carte, poi, possono essere utilizzate per l’accredito dello stipendio, delle bollette e delle utenze. Ecco spiegato il motivo per il quale non ci possono essere carte prepagate con Iban che siano anonime, dal momento che per le funzionalità a cui abbiamo fatto cenno è fondamentale la riconducibilità a un intestatario. Chi dovesse richiedere l’ISEE, inoltre, non deve dimenticarsi di segnalare queste carte. Di vantaggi offerti da una carta prepagata con Iban ce ne sono tanti: per esempio la convenienza economica, dal momento che i costi di gestione sono più bassi di quelli delle carte normali. Queste carte rappresentano la soluzione perfetta se si ha bisogno di eseguire un numero ridotto di operazioni semplici e, più in generale, non si hanno troppe pretese dalla carta che si utilizza. I costi sono fissi, infatti, e non si corre il rischio di ritrovarsi alle prese con una sorpresa sgradita (leggi: una spesa più alta del previsto). Per di più, non c’è neppure da pagare l’imposta di bollo che è richiesta, di solito, per un conto corrente.

Gli aspetti positivi e quelli negativi delle carte con Iban prepagate

Un altro aspetto che va messo in evidenza, soprattutto in confronto alle carte prepagate tradizionali prive di Iban, riguarda i limiti di spesa, che di solito sono più elevati. Certo, ci sono anche dei punti deboli di cui è bene essere consapevoli. Per le carte prepagate con Iban, infatti, c’è una minore copertura in caso di furti o di frodi in confronto a quel che avviene con le classiche carte di credito o con le carte collegate a un conto corrente. Ci sono dei tentativi di rimediare a tale situazione, per esempio attraverso l’inserimento di un microchip interno grazie a cui è possibile prevenire eventuali clonazioni. Si tratta di un aspetto molto importante quando si deve decidere quale carta prepagata scegliere, anche in base ai propri bisogni.

Il numero degli intestatari

Per qualcuno, potrebbe risultare non molto comodo il fatto che ci possa essere un unico intestatario per questo tipo di carte prepagate: insomma, questa non è la soluzione ideale nel caso in cui si necessiti di un conto cointestato. Gli esperti sono concordi nel ritenere che le carte prepagate con Iban sono ideali per i risparmiatori di medio e basso livello, che richiedono alle carte prestazioni semplici perché privilegiano la praticità e la facilità di utilizzo, oltre alla possibilità di risparmiare sulle spese del conto. La disponibilità di un Iban permette di eseguire quasi tutte le operazioni che si possono effettuare con un normale conto bancario per il quale c’è bisogno, appunto, di un Iban. Ciò vuol dire tra l’altro poter eseguire bonifici Sepa sia in Italia che nel resto della Ue, ma anche farsi accreditare lo stipendio e svolgere numerose operazioni con home banking. Insomma, chi sta valutando la possibilità di ricorrere a una carta prepagata con Iban non deve dimenticare i tanti vantaggi che la caratterizzano.

La carta Tinaba

La carta Tinaba è una delle migliori prepagate con Iban a cui ci si possa affidare; essa permette di gestire le finanze senza spese, e viene proposta in partnership con Banca Profilo. Con questa carta è possibile, attraverso l’app, ricaricare il conto con la massima facilità. Tutto quel che si deve fare è cliccare su Ricarica Conto, per poi specificare l’importo. Non ci sono costi di commissione da sostenere per l’invio o la ricezione di denaro, a prescindere da dove ci si trova, ed è possibile fare shopping online in maniera sicura. Volendo, si può aprire un gruppo per collette o comunque raccolte di soldi per regali, vacanze e feste. Ancora, è possibile effettuare pagamenti nei negozi con la propria carta o con l’app: il che permette di non preoccuparsi più dei contanti. Ancora, la carta Tinaba consente di investire i propri soldi in maniera informata, consapevole e intelligente. Per richiedere questa carta e aprire un conto è necessario registrarsi, e quindi avere il codice fiscale e un documento di identità. Dopodiché si può effettuare il download dell’app Tinaba e procedere con la registrazione. L’ultimo passo da compiere consiste nel realizzare un autoscatto in cui il viso sia ben visibile. A quel punto la carta verrà spedita all’indirizzo indicato in fase di registrazione.

Fonte: https://www.cartetop.it/

Contents.media
Ultima ora