×

Una villa dell’oligarca russo Solovyev sul lago di Como è andata a fuoco: indagini in corso

Fuoco in una villa dell'oligarca russo Solovyev sul lago di Como: all'alba del 6 aprile, un gruppo di ignoti avrebbe innescato l'incendio.

Villa oligarca russo a fuoco

La villa dell’oligarca russo 58enne Vladimir Solovyev situata a Loveno, sul lago di Como, è andata a fuoco: l’incendio, che secondo i primi accertamenti sarebbe doloso e causato da ignoti, rientrerebbe in una precisa strategia considerando che anche una seconda dimora del presentatore filo-russo è stata oggetto di un’incursione nella notte.

I Carabinieri stanno verificando se, nelle ultime ore, Solovyev abbia ricevuto minacce o sia stato destinatario di strani avvertimenti.

Villa dell’oligarca russo a fuoco

Secondo le prime ricostruzioni, i malviventi avrebbero cercato di incendiare la villa in ristrutturazione utilizzando pneumatici per veicolare le fiamme. Il proprietario, oligarca destinatario delle sanzioni economiche tra cui proprio il sequestro delle sue tre ville, negli ultimi giorni aveva ribadito le proprie posizioni e il personale pensiero sull’invasione della Russia definendo la confisca degli immobili un provvedimento ingiusto e illogico.

Villa dell’oligarca russo a fuoco: indagini in corso

Dopo lo spegnimento del rogo, le autorità si sono precipitate sul posto per avviare le indagini e ricostruire il percorso di avvicinamento all’abitazione (su due piani e isolata). Sempre nella stessa notte tra il 5 e il 6 aprile 2022 un’altra sua dimora è stata imbrattata all’esterno, cosa che fa pensare ad una premeditata strategia contro il presentatore. Intanto i militari lo stanno sentendo per capire se, di recente, abbia ricevuto minacce o vissuto strani avvertimenti.

Contents.media
Ultima ora